L’impatto degli stili di vita sulla salute degli italiani. Primo seminario di “Orizzonti in medicina e biologia” a Pisa

Pisa, 17 gennaio 2020 – Gli stili di vita, la loro definizione e la loro importanza in relazione alla salute delle persone è il tema del primo appuntamento della nuova serie di seminari “Orizzonti in medicina e biologia”, in programma alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa venerdì 24 gennaio (ore 18.00, aula magna), con la partecipazione di Silvano Gallus, ricercatore a capo del laboratorio di epidemiologia degli stili di vita all’Istituto Mario Negri di Milano, nel 2019 vincitore del premio Ig Nobel per la medicina per avere dimostrato che la pizza può avere un effetto protettivo soltanto se è prodotta e consumata in Italia.

L’edizione di “Orizzonti in medicina e biologia” prevede cinque “letture magistrali”, distribuite fino all’inizio dell’estate 2020, promosse dal settore di Scienze mediche della Classe di scienze sperimentali, ideate e coordinate da Vincenzo Lionetti, docente di anestesiologia all’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna.

In queste cinque occasioni i docenti della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ‘cedono’ per un giorno la loro cattedra a colleghi di tutto il mondo che, con la loro ricerca, hanno lasciato un segno nella medicina, nella biologia e nelle biotecnologie. Per il 2020 la lezione inaugurale è dunque affidata a Silvano Gallus (“L’epidemiologia degli stili di vita” è il titolo del suo intervento) e, dopo avere ospitato un premio Nobel per la fisiologia e la medicina nel 2019 (John B. Gurdon) la Scuola Superiore Sant’Anna si prepara a ospitare… un premio Ig Nobel.

“Nel 2019 – ricorda Vincenzo Lionetti nel presentare la nuova serie – una delle lezioni magistrali di ‘Orizzonti’ è stata tenuta da John B. Gurdon dell’Università di Cambridge, Nobel per la fisiologia o la medicina nel 2012, al quale la Scuola Superiore Sant’Anna ha assegnato, per la prima volta, il PhD honoris causa in Medicina Traslazionale da parte della rettrice Sabina Nuti. Adriano Aguzzi, Josep Brugada, Michele De Luca, Brunangelo Falini, Alberto Mantovani, Luigi Naldini, Giuseppe Remuzzi, Mario Rizzetto, Giacomo Rizzolatti, Daniel G. Tenen – prosegue Vincenzo Lionetti – sono alcuni degli eccellenti nomi della medicina e della biologia mondiale che hanno insegnato ai nostri studenti. Ora tocca a Silvano Gallus e alle sue ricerche sull’impatto degli stili di vita sulla salute degli italiani”.

“Possiamo definire ‘Orizzonti in medicina e biologia’ una pratica didattica innovativa – sottolinea Vincenzo Lionetti – per approfondire le conoscenze in maniera interattiva, con il coinvolgimento degli allievi ordinari di medicina, anche durante la fase organizzativa. Sono gli allievi a interagire con l’ospite, in questo caso Silvano Gallus, durante l’intera giornata che si conclude con la lettura magistrale e il forum per la discussione. Devo riconoscere – conclude il docente della Scuola Superiore Sant’Anna – che queste lezioni sono anche un momento di incontro e condivisione con gli studenti, i ricercatori e i docenti di tutte le istituzioni pisane, che in questi anni non hanno fatto mai mancare la loro partecipazione”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *