Aou di Ferrara, dallo smartphone una app guida gli utenti verso reparti o ambulatori

Ferrara, 17 gennaio 2020 – Muoversi all’interno dell’ospedale di Cona da oggi sarà più facile. L’utente verrà aiutato ad orientarsi e muoversi tra reparti, servizi, ambulatori e uffici grazie ad una APP da scaricare gratuitamente sul cellulare realizzata da TIM con tecnologia TapMyLife. Questa nuova tecnologia, presentata oggi in conferenza stampa a Cona, permetterà di muoversi dentro all’Ospedale proprio come ci si muove, con l’aiuto del navigatore dell’auto, in una città che non si conosce.

All’incontro con i giornalisti erano presenti, oltre ai tre Direttori del S. Anna Carradori (Generale), Di Ruscio (Sanitario) e Iacoviello (Amministrativo), anche i dirigenti Agostina Aimola (Direzione Amministrativa di Presidio), Flavia Sani (Direzione Tecnica), insieme a Ruggero Milanello (TapMyLife), il Presidente Regionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Marco Trombini, il Responsabile della Sezione di Ferrara Remo Rimessi e Fausto Bertoncelli (ex Responsabile Ufficio Benessere Ambientale dell’Amministrazione Comunale di Ferrara).

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara ha realizzato un sistema di navigazione che permetterà agli utenti di essere guidati dal loro smartphone verso il servizio che devono raggiungere, i reparti o l’ambulatorio dove devono essere visitati.

La APP scaricata sullo smartphone funziona in dialogo con i sensori TapMyLife collocati in ogni piano e in ogni corridoio dell’Ospedale. E funziona sempre, senza bisogno di connessione al gestore del traffico telefonico (quindi anche se “non c’è campo”) e senza bisogno di un collegamento wi-fi o gps.

È stata inoltre posta grande attenzione alle persone con disabilità motoria e disabilità visive permettendo loro di raggiungere la destinazione desiderata seguendo i percorsi con il proprio cellulare. La funzione voice-over del mobile consente di ricevere istruzioni vocali che rendono l’applicazione pienamente accessibile ai ciechi e agli ipovedenti, che ne hanno testato le funzionalità affiancando l’azienda sviluppatrice della tecnologia, TapMyLife, durante tutte le fasi di progettazione.

Va precisato che al momento l’APP è ancora in fase di implementazione per quanto riguarda lo sviluppo delle potenzialità destinate ai non vedenti: nei prossimi giorni, assieme a TapMyLife e all’Unione Ciechi lavorerà per aggiornare la versione definitiva dell’applicazione.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *