Tumore della prostata. Tecniche innovative in oncologia

logo-inrca-ancona

Ancona, 26 maggio 2017 – Appuntamento sabato 27 maggio, dalle 9.00, al congresso “Nuove tecnologie diagnostico-terapeutiche nelle malattie della prostata” organizzato dall’Inrca all’Auditorium della Montagnola, con il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi della Provincia di Ancona.

Il congresso tratterà le innovazioni nella diagnosi e terapia chirurgica mini-invasiva su malattie come l’Ipertrofia prostatica benigna e il carcinoma alla prostata. Riguardo l’Ipertrofia si parlerà di terapia precoce e dell’uso del nuovo Laser a Tullio a scopo disostruttivo, anche per prostate voluminose.

Sul carcinoma, che nell’uomo è il secondo tumore maligno dopo quello del polmone, verranno illustrate nuove modalità di diagnosi come risonanza magnetica nucleare multiplanare e biopsia ‘fusion’, oltre che terapie innovative tra cui gli ultrasuoni ad alta intensità Hifu, tecnologie recentemente acquisite dall’Inrca.

La partecipazione al convegno è gratuita ed è aperta a tutti gli interessati. Verranno rilasciati crediti Ecm per i medici chirurghi.

“La biopsia fusion – spiega Tiziana Pierageli, responsabile Unità di Prevenzione dei tumori prostatici Inrca – è più precisa e permette, con un minore numero di prelievi bioptici, una maggiore accuratezza diagnostica nonché una mappatura preziosa per eventuali trattamenti a ultrasuoni”.

“Le recenti novità tecnologiche in campo urologico – aggiunge Marco Dellabella, direttore Unità di Urologia – hanno determinato un notevole miglioramento diagnostico-terapeutico rispetto alle metodiche ‘tradizionali’, mantenendo la stessa efficacia terapeutica, con personalizzazione del trattamento più adeguato al singolo caso e un miglioramento della qualità di vita dei pazienti”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>