Policlinico San Martino, ‘Baby Pit-Stop’ al Pronto soccorso per mamme e neonati

logo-ospedale-policlinico-san-martino-genova

baby-pit-stop-ps-ospedale-san-martino-genova

Genova, 12 novembre 2019 – Allattare al seno è un gesto semplice e naturale che tutte le mamme dovrebbero poter fare ovunque ma che, talvolta, può risultare difficoltoso. Per questo il Dipartimento di Emergenza ed Accettazione dell’Ospedale Policlinico San Martino ha deciso di allestire, anche all’interno del Pronto Soccorso, una stanza riservata e attrezzata (ne esistono già due in Neonatologia), dove le neo mamme che accedono con neonati al seguito possano sentirsi a proprio agio nell’allattare il proprio bambino e provvedere al cambio del pannolino.

La stanza, situata al piano terra della struttura e accessibile con orario continuato, nasce per agevolare e tutelare le mamme che, per ragioni legate alla propria salute o a quella di familiari, necessitano di recarsi al Pronto Soccorso. L’ambiente dispone di tutto il necessario per allattare ed accudire il proprio piccolo in tutta tranquillità: una comoda poltrona, un fasciatoio, un ‘kit’ per l’igiene del neonato e un bagno privato.

“L’apertura del Baby Pit-Stop presso il Pronto Soccorso del Policlinico San Martino – aggiunge il dott. Angelo Gratarola, Direttore del Dipartimento di Emergenza ed Accettazione dell’Ospedale Policlinico San Martino – nasce dalla necessità di rendere dignitoso ed agevole il gesto più fisiologico della maternità. L’allattamento al seno deve poter essere effettuato anche in un ambiente affollato e spesso indiscreto come il Pronto Soccorso in maniera confortevole. Le mamme si recano al Pronto Soccorso per ragioni legate al proprio stato di salute oppure per accompagnare dei congiunti avendo la necessità di portare con sé il proprio piccolo, da qui una stanza attrezzata sempre disponibile in una zona tranquilla del Pronto Soccorso adibita a tale scopo”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *