#SICDocet on tour, diffondere tra i giovani la cultura di una sessualità sicura e responsabile nelle Università italiane

logo-sic-societa-italiana-contraccezione

ragazzi-giovani-computer

Roma, 23 aprile 2019 – Il terzo capitolo di “#SICDocet on tour” parte da Bologna. Lunedì 29 aprile, alle ore 14.00, la Facoltà di Medicina dell’Università di Bologna ospita il primo appuntamento del 2019 dell’iniziativa SIC negli atenei italiani che vedrà protagonisti studenti e relatori in un incontro dibattito dal titolo “Contraccezione: se la conosci non la eviti”.

Torna così l’iniziativa nata per informare i giovani su cos’è la contraccezione oggi, su quando e come fare contraccezione e in modo davvero efficace per proteggere e proteggersi da gravidanze indesiderate e infezioni sessualmente trasmissibili (IST).

Le statistiche dicono che ancora troppi giovani si approcciano alla sessualità senza le corrette precauzioni eppure le opzioni contraccettive non mancano, anzi. Ma cosa e quanto ne sanno davvero donne e uomini di sesso, prevenzione e contraccezione?

Il diritto di accesso a informazioni chiare e oggettive, la facoltà di scegliere in modo consapevole e sicuro come vivere la propria sessualità e la decisione di avere o non avere un figlio deve essere garantito, soprattutto in mancanza di un programma organico e strutturato di educazione alla sessualità e alla contraccezione che consenta di approcciarsi al sesso in maniera sana.

Diversi studi confermano che i giovani vorrebbero un’informazione a più ampio respiro su sessualità, prevenzione delle gravidanze indesiderate, IST e contraccezione ed è unanime l’opinione degli specialisti che sia necessario utilizzare nuove modalità di approccio al tema per superare la disinformazione e le false credenze, come quelle diffuse sulla contraccezione ormonale e la disinformazione sui suoi benefici, anche extracontraccettivi.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>