Psichiatria e neuroscienze, borsa di studio Antonio Gatto. 12mila euro per ricercatori under 35

Lucca, 29 novembre 2019 – Restituire voce alla ricerca libera. È questo l’intento della Fondazione BRF con la borsa di studio “Antonio Gatto” che giunge adesso al suo terzo bando e metterà a disposizione 12mila euro per il prossimo anno per sviluppare una ricerca indipendente nel campo della psichiatria e delle neuroscienze. La borsa di studio “Antonio Gatto”, promossa dalla Famiglia Gatto in collaborazione con la Fondazione BRF Onlus – Istituto per la ricerca scientifica in psichiatria e neuroscienze, sarà attivo fino al 21 dicembre 2019, ed è rivolto ai i giovani ricercatori italiani. Il testo completo e le modalità per inviare la propria candidatura sono disponibili sul sito www.fondazionebrf.org.

Prof. Armando Piccinni

“Ogni anno – spiega il Presidente della Fondazione BRF Armando Piccinni – 3mila ricercatori lasciano il nostro Paese per andare a lavorare all’estero. Si tratta di stime allarmanti, che raccontano perfettamente lo stato di difficoltà che la ricerca sta vivendo adesso in Italia. In questo momento avere persone come Paola e Vincenzo Gatto che impegnano una quota del patrimonio personale per finanziare un giovane ricercatore è un’iniziativa lodevole e di grande valore”.

La borsa di studio è nata nel ricordo di Antonio Gatto, prematuramente scomparso, e mirerà con 12mila a promuovere il talento e l’iniziativa di un giovane ricercatore italiano in campo scientifico. La borsa di studio si è fino a oggi configurata come una grande opportunità per i giovani ricercatori italiani che ne hanno usufruito, e che hanno avuto così la possibilità di lavorare su un progetto di ricerca libero e indipendente.

“Mi auguro – conclude il Presidente Armando Piccinni – che il contributo del giovane ricercatore o della giovane ricercatrice che vincerà questa borsa di studio potrà onorare la memoria di Antonio Gatto. La ricerca nel mondo della psichiatria e delle neuroscienze racchiude una sfida importante per il nostro tempo, e il nostro desiderio è quello di continuare ad indagare con uno sguardo indipendente e libero questo importante universo”.

Chiunque sia interessato a partecipare può leggere e scaricare il bando direttamente sul sito www.fondazionebrf.org e mandare una mail a: candidature@fondazionebrf.org

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *