Programma di Ricerca sulla sanità del futuro. Accordo ALTEMS Università Cattolica e Luiss Guido Carli

loghi-universita-cattolica-luiss-altems

codice-binario-matrix-big-data

Roma, 20 maggio 2019 – Siglato l’accordo di collaborazione scientifica tra l’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari (ALTEMS) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Roma, e il Center for Research on Leadership, Innovation and Organization (CLIO) della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli (Luiss) per la realizzazione di un Programma di Ricerca sul tema della Digital Innovation in ambito sanitario.

L’iniziativa è coordinata dai Professori Americo Cicchetti, Direttore dell’ALTEMS, e Luca Giustiniano, Direttore del CLIO, è stata firmata dal Direttore Amministrativo UCSC, Prof. Marco Elefanti e dal Direttore Generale Luiss, Dott. Giovanni Lo Storto.

“Tecnologia robotica, intelligenza artificiale, big data analytics. L’era dell’innovazione digitale sta rivoluzionando le modalità di erogazione delle cure, concorrendo in maniera sempre più pervasiva ai percorsi diagnostici, terapeutici e riabilitativi e incidendo sui processi di comunicazione tra pazienti e professionisti e tra professionisti stessi”, spiega Americo Cicchetti.

La diffusione della sanità digitale in Italia incontra, tuttavia, ancora molte barriere all’adozione, associabili sia alla scarsità degli investimenti rispetto alla media europea, sia a questioni di natura culturale.
In uno scenario sanitario caratterizzato da profondi cambiamenti, sia economici che, soprattutto, demografici ed epidemiologici, la necessità di soddisfare le nuove ed emergenti esigenze cliniche, insieme alle politiche di contenimento dei costi, pone i decision maker dinanzi alla scelta di quali tecnologie adottare e come erogarle.

“La conoscenza dei contesti organizzativi e sociali, sedi naturali di accesso dell’innovazione tecnologica, diventa un aspetto fondamentale per la piena comprensione di questo fenomeno, e l’accordo tra il nostro Ateneo e la Università Cattolica di Roma, punta a creare il contesto ideale per promuovere ricerca e innovazione in un ambito particolarmente promettente”, chiosa Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della Luiss Guido Carli e co-promotore dell’iniziativa.

Nell’ambito del Programma, saranno sviluppate attività progettuali volte ad analizzare e comprendere le dinamiche di adozione e diffusione delle innovazioni digitali nel contesto del Servizio Sanitario Nazionale.
“L’accordo – aggiunge Luca Giustiniano – ha l’ambizione di fornire chiavi di lettura innovative ed interdisciplinari al tema più ampio del rapporto uomo-macchina nei contesti organizzativi ad elevata professionalizzazione”.

Tra le iniziative che verranno implementate, è prevista la strutturazione di una survey indirizzata a strutture sanitarie eccellenti come gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), punti di accesso privilegiati per l’innovazione tecnologica emergente. L’indagine – rivolta prioritariamente ai Direttori Scientifici degli IRCCS – sarà utile a capire se e in che modo le tecnologie digitali siano impiegate nella pratica clinica, quali le più diffuse e quali, invece, quelle ancora emergenti.

“Mediante l’avvio del Programma – conclude Americo Cicchetti – intendiamo fornire informazioni utili a comprendere il processo di reciproco adattamento di professionisti, organizzazione e tecnologia digitale, nonché contribuire ai sistemi di governance con indicazioni pratiche per il policy making”.

Ad inizio 2019, l’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari (ALTEMS) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e il Center for Research on Leadership, Innovation and Organization (CLIO) della Luiss hanno siglato un accordo di collaborazione scientifica della durata di un anno e avente ad oggetto la realizzazione di un Programma di Ricerca sul tema della Digital Innovation in ambito sanitario. L’iniziativa ha l’ambizione di fornire chiavi di lettura innovative e interdisciplinari al tema più ampio del rapporto uomo-macchina nei contesti organizzativi ad elevata professionalizzazione.

Nell’ambito del Programma, saranno sviluppate attività progettuali volte ad analizzare e comprendere le dinamiche di adozione e diffusione delle innovazioni digitali nel contesto del Servizio Sanitario Nazionale. Tra le iniziative che verranno implementate, è prevista la strutturazione di una survey indirizzata a strutture d’eccellenza per comprendere lo stato di diffusione e adozione delle innovazioni digitali all’interno del contesto del Servizio Sanitario Nazionale, fornendo ai decision maker informazioni utili a comprendere il processo di reciproco adattamento di professionisti, strutture organizzative e tecnologia emergente, e offrendo indicazioni di policy per il governo delle innovazioni digitali a livello di sistema.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>