L’Istituto Gaslini ha ottenuto di nuovo l’accreditamento all’eccellenza della Joint Commission International

logo-gaslini

Con l’applicazione degli standard qualitativi statunitensi si ottengono ulteriore sicurezza in sala operatoria e in corsia, un ancor più basso rischio di infezioni, limitazione e controllo del dolore, diminuzione degli errori per un miglioramento continuo delle prestazioni

gruppo-jci-gaslini-2017

Gruppo Joint Commission International

Genova, 14 marzo 2017 – L’Istituto Giannina Gaslini di Genova ha ricevuto l’accreditamento da parte della Joint Commission International (JCI), si tratta della quarta conferma consecutiva per l’ospedale pediatrico genovese, che dal 2007 si sottopone volontariamente all’esame della Joint Commission on Accreditation of Healthcare Organizations, oggi il maggior ente di accreditamento degli Stati Uniti, che ha accreditato quasi 5.000 ospedali e monitorizza più di 20. 000 programmi sanitari, con la missione di migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria nella comunità internazionale. Quanto più sono impegnative le cure, quanto più complesso è il paziente, tanto maggiori sono i rischi: obiettivo primario della certificazione è garantire sempre maggiore sicurezza e qualità ai bambini sottoposti alle prestazioni sanitarie dell’Istituto.

“Ciò che fa di un ospedale un grande ospedale, cioè un ospedale di grande qualità, è proprio il fatto che i livelli di attenzione, e quindi la sicurezza e la qualità nei confronti dei pazienti non vengano mai meno in nessun settore, che la tensione verso la qualità sia la stessa in tutti i reparti ed in tutti i servizi. Non debbono esistere, per quanto possibile, singole aree di eccellenza: l’eccellenza è il valore di tutti e si ottiene solo lavorando tutti insieme, come un unico organismo” ha detto il presidente Pietro Pongiglione.

“Gli ospedali accreditati nel mondo con JCI sono 937; in Italia sono 24 e pochissimi di essi hanno scelto l’impegno di proseguire con il IV accreditamento – racconta il direttore generale Paolo Petralia – I certificatori internazionali hanno verificato il rispetto di pressoché tutti gli oltre 1200 elementi misurabili previsti dal manuale di accreditamento: un ottimo risultato, raggiunto grazie all’impegno di ciascun Gasliniano e ad un complesso e articolato lavoro di squadra – che da oggi dovrà continuare per assicurare continua evoluzione e miglioramento- e finalizzato a rendere evidente e documentabile come l’organizzazione dell’Istituto sia orientata al miglioramento continuo della qualità dell’assistenza”.

“Ancora una volta medici, infermieri ed amministrativi del Gaslini si sono seduti allo stesso tavolo per rivedere le regole comportamentali dell’ospedale, migliorarle ed adeguarle alle sempre nuove esigenze. La finalità è quella di orientare sempre di più l’ospedale sui bisogni dei bambini e delle famiglie: indipendentemente da quando e dove il paziente arriva, e da chi trova a prestargli cura, deve ricevere subito tutto ciò di cui ha bisogno, al meglio delle possibilità dell’Istituto. Ciò è possibile solo se tutto l’ospedale condivide gli stessi valori, se le procedure che garantiscono l’accesso, la valutazione dei pazienti e la continuità delle cure sono univoci, se la comunicazione fra gli operatori e la gestione delle informazioni con la famiglia sono adeguatamente e uniformemente presidiati” spiega Ubaldo Rosati Direttore Dipartimento di Staff, che gestisce il processo di accreditamento all’interno dell’Ospedale.

Unanime sentimento di orgoglio e riconoscimento verso tutti i lavoratori del Gaslini è stato espresso dal presidente Pietro Pongiglione e dal direttore generale Paolo Petralia, i quali hanno voluto sottolineare insieme “il grandissimo sforzo organizzativo collettivo e personale, la dedizione sorretta da un’altissima motivazione dei lavoratori del Gaslini che – anche in un momento di carenza di organico e risorse – sono riusciti con infinita professionalità e uno spirito di appartenenza non comune, a far fare un passo avanti all’ospedale, nella direzione di una sempre maggiore sicurezza e appropriatezza delle cure per i piccoli pazienti”.

fonte: ufficio stampa (foto: Laboratorio Fotografico Gaslini)

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>