Dolore pelvico, incontro-dibattito dedicato alle donne

San Giuseppe Moscati Avellino

Avellino, 7 marzo 2016 – La festa delle donne come occasione per parlare del dolore al femminile. L’associazione no-profit Isal (Istituto Cura e Ricerca Scienze Algologiche) di Avellino, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” e i Cavalieri Crociati Guardiani di Pace, ha organizzato una tavola rotonda con esperti della materia per discutere del dolore pelvico.

L’incontro, che si terrà domani pomeriggio, martedì 8 marzo, alle ore 17,30, presso la Chiesa di San Nicola da Tolentino, ad Atripalda, si aprirà con i saluti del sindaco di Atripalda, Paolo Spagnuolo, del direttore generale dell’Azienda “Moscati”, Giuseppe Rosato, del presidente Isal di Avellino, Gaetano Bernardi, e del Cavaliere crociato Feliciano Preziuso. Si confronteranno sulla problematica relativa al dolore pelvico Elvira Palmieri, dirigente medico dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda “Moscati”, Anna Rita Cicalese, responsabile dell’Unità Operativa di Urodinamica, e il medico di medicina generale Aldo Laurenzano.

“La tavola rotonda – spiega Bernardi – è stata organizzata con l’obiettivo di informare la popolazione, soprattutto femminile, su un sintomo molto diffuso e spesso trascurato. Il dolore pelvico cronico non è un problema semplice da inquadrare, come conferma la sua generica definizione, giustificata dal fatto che il problema può essere causato da disturbi di natura molto diversa tra loro e da una sintomatologia aspecifica. Questa sindrome è solitamente una condizione altamente invalidante per la persona che ne è affetta, perché spesso al dolore si associa una sofferenza psicologica che si ripercuote negativamente sulla vita del paziente. All’incontro di domani si parlerà del percorso da seguire per capire la causa del dolore, nonché dei farmaci che offrono la possibilità di lenire il dolore in attesa della diagnosi”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>