La salute passa anche dal web. Attenzione alla ‘spazzatura scientifica’

nicoletta-cocco

Nicoletta Cocco

Un accreditato e affidabile Sito web di medicina diffonde informazioni destinate a incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra medico e paziente.

È anche vero che spesso i medici sono sbrigativi, non ascoltano. Dimenticano che dall’altra parte ci sono persone che soffrono, che hanno bisogno di essere capite, comprese e supportate. Il paziente esprime così la sua fragilità e vulnerabilità rifugiandosi nella Rete, cercando conforto, conferme e soluzioni in forum, blog tematici e quant’altro.

Sono 15 milioni gli italiani che in caso di piccoli disturbi – dal mal di testa al raffreddore – cercano informazioni sul web. Di essi, 8,8 milioni sono stati vittime di fake news nell’anno appena trascorso. È quanto emerge dal 14° Rapporto CENSIS sulla comunicazione.

Ammettiamolo, oggi è difficile immaginare la nostra vita senza internet. Nella frenesia della nostra quotidianità, dove i ritmi sono accelerati, dove ciò che conta è quantità e velocità – fare tutto e subito – internet costituisce una grande risorsa!

Chi di noi non “googla” ogni giorno, alla ricerca di informazioni. Basta digitare la domanda, talvolta anche solo una parola su ciò che stiamo cercando, e la risposta è servita in un nanosecondo.

Però, se da un lato apprezziamo l’immediatezza dell’informazione, dall’altro restiamo disorientati di fronte all’abbondanza di contenuti che la Rete ci propone. È uno spazio aperto dove tutto “viaggia” liberamente.

La comunicazione sul web e l’avvento dei social media hanno reso ancora più “impetuoso” – e quindi difficilmente controllabile – il flusso di notizie. Quando poi si parla di notizie medico-scientifiche il terreno diventa un vero e proprio campo minato.

Cercare su Google la risposta a un problema di salute è comodo ma pericoloso, spesso ci si imbatte in “spazzatura scientifica”. Non sono pochi i furbetti che vendono illusioni, che propinano a ingenui e disperati terapie inutili se non addirittura dannose.

Le bufale mediche sono una trappola insidiosa, non è raro imbattersi in “notizie scientifiche” che non lo sono. È necessario imparare a difendersi.

La nostra Testata, a soli 10 mesi dalla nascita, a riprova dell’autorevolezza dei contenuti e di una politica editoriale eticamente corretta, ha ottenuto la prestigiosa Certificazione HONcode, la più importante garanzia di qualità e attendibilità per le informazioni sulla Salute presenti in Rete.

Su insalutenews.it ogni notizia è scritta unicamente da esperti dell’area medica e da professionisti qualificati. I medici che scrivono per noi ci mettono il nome e la faccia. Ecco, questa è una garanzia di affidabilità e attendibilità. Quindi, cari lettori, occhio alle fonti. Diffidate da articoli “anonimi”, senza le dichiarazioni di un medico, uno specialista identificabile. Diffidate inoltre da chi vi invita ad abbandonare la medicina ufficiale in favore di cure alternative o miracolose.

La cattiva informazione miete vittime, soprattutto quando ammalati e familiari si aggrappano a qualsiasi speranza, anche palesemente falsa.

Nicoletta Cocco

Nicoletta Cocco

Direttore responsabile insalutenews.it

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>