Dall’Intelligenza artificiale alla tecnologia digitale in ambito medico. Porte aperte alla ricerca dell’UniTO

logo-universita-torino

intelligenza-artificiale-robotica

Torino, 9 gennaio 2019 – Comincia domani, giovedì 10 gennaio alle ore 9.00 nelle aule del Dipartimento di Informatica dell’Università (via Pessinetto 12, Torino), il primo dei 4 workshop organizzati per presentare attività e risultati della ricerca nell’ambito delle Scienze Informatiche e digitali sviluppate in Ateneo tra interdisciplinarità ed eterogeneità delle competenze.

Il programma dei 4 incontri (10-11 gennaio e 5-6 febbraio), prevede la presentazione in modalità pitch di 37 progetti che spaziano dall’Intelligenza artificiale all’interazione uomo-robot, dai modelli educativi con i serious game alla tecnologia digitale in ambito medico.

Si comincia con First Life, il social network civico per la co-progettazione e l’auto-organizzazione di cittadini su scala locale, per poi continuare con i temi della privacy in rete, della gestione dei dati online, della genomica computazionale e dei sistemi intelligenti.

Venerdì 11 invece si rifletterà su come sia possibile arginare il fenomeno delle fake news e dell’odio nei social media, oltre che interrogarsi su come gestire in tempo reale il flusso dei pazienti all’interno di un percorso di cura.

Se il deep learning sia un’opportunità o una minaccia sarà tema di apertura di martedì 5 febbraio, come la blockchain, le tecnologie persuasive e le tecniche informatiche per determinare il successo nel mondo del cinema. Le Interfacce Umane Intelligenti e la relazione tra persone e robot saranno protagoniste di mercoledì 6 febbraio, insieme ai serious game che intendono educare a un uso consapevole della rete, oppure ad AI4DIET, che intende costruire un dietista virtuale.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *