Aggredito anestesista a Crotone, ferma condanna di Aaroi-Emac

logo-Aaroi-Emac

corsia-ospedale

Roma, 3 agosto 2018 – Non c’è ormai un solo giorno senza che arrivino simili notizie. Azioni violente a danno del personale sanitario che non hanno alcuna giustificazione e che condanniamo fermamente. Il dolore – sebbene straziante per la perdita di un congiunto – non autorizza in alcun modo il ricorso alla violenza nei confronti di chi, con umana professionalità, è costretto a dare una terribile comunicazione e che non ha fatto altro che svolgere il proprio lavoro.

L’Aaroi-Emac esprime solidarietà e vicinanza al Collega Anestesista Rianimatore e agli Infermieri aggrediti all’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone, auspicando che simili azioni siano condannate nelle sedi opportune. Come Medici rivendichiamo il diritto a lavorare con serenità per garantire – a nostra volta – il diritto alla cura. Entrambi questi diritti sono oggi messi a dura prova anche da atti quotidiani di violenza gratuita.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *