68° Congresso Nazionale SIAARTI, centinaia di esperti si confronteranno sui principali argomenti legati all’Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva

Roma, 20 ottobre – Il Palazzo del Cinema e del Casinò di Venezia ospiterà la 68esima edizione del Congresso Nazionale SIAARTI. Dal 22 al 25 ottobre centinaia di esperti si confronteranno sui principali argomenti legati all’Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva. Si parlerà di come gestire la terapia intensiva in tempo di crisi economica, di come sta cambiando la figura dell’anestesista, di quali sono le grandi sfide del dolore neuropatico, delle novità nella ricerca medica subacquea e, tra i tanti temi in programma, anche delle nuove prospettive in anestesia robotica. Sono più di 310 i relatori impegnati nei lavori congressuali di cui un nutrito numero viene dall’estero: dalla Francia al Regno Unito, dalla Cina al Canada, dai Paesi Bassi alla Germania, dalla Spagna al Portogallo e non mancheranno i relatori americani. Quest’anno, per la prima volta, è prevista per alcune Sessioni e per tutta la durata del Congresso la traduzione simultanea italiano-inglese. Tra gli esperti italiani, in aumento gli anestesisti e intensivisti provenienti dalla Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Toscana e Veneto. In crescita dunque i partecipanti rispetto all’edizione congressuale romana del 2013 che già aveva ospitato circa 3000 medici. Esordio per gli anestesisti veterinari che hanno dimostrato forte interesse iscrivendosi numerosi ai lavori congressuali della città lagunare. Ampio spazio sarà dedicato ai social network: rispetto all’edizione 2013 i followers di facebook sono quadruplicati. In occasione del Congresso verrà lanciata l’APP di SIAARTI che non sarà dedicata solo al Congresso ma offrirà la possibilità di inserire contenuti scientifici e proposte per la nuova edizione. L’APP sarà interattiva e il singolo utilizzatore potrà crearsi la propria agenda e condividere i propri contatti ed esperienze.

fonte: ufficio stampa

 

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>