Medici, SIMG: “Il numero sia legato alla programmazione”

logo-simg-societa-italiana-di-medicina-generale-e-cure-primarie

medici-cuore-4

Firenze, 17 ottobre 2018 – “Programmare il numero dei medici senza programmarne la qualità e definire il loro ruolo è il contrario di qualunque obiettivo che un buon sistema sanitario deve perseguire. I problemi legati alla carenza dei professionisti dipendono da gravi errori di programmazione. Ma preparare molti medici in strutture inadeguate per mancanza di adeguate risorse formative è un rimedio peggiore del male”.

È la dichiarazione del dott. Claudio Cricelli, presidente SIMG (Società italiana di medicina generale e delle cure primarie), di fronte alla proposta di abolire il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina.

“Le Società Scientifiche sono custodi della qualità delle cure di questo Paese e sono contro le sanatorie e il conferimento all’ammasso dei professionisti sanitari – continua il dott. Cricelli – Siamo pronti a collaborare con le Associazioni Mediche, i Ministeri e con le Istituzioni per affrontare insieme percorsi di qualità nell’interesse dei cittadini del nostro Paese”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>