Sesso con uno sconosciuto

donna-boccaMolte donne fantasticano di fare sesso con uno sconosciuto, ovvero un uomo con cui non hanno alcun legame emozionale o sentimentale. Tale fantasia non le fa sentire in colpa, semplicemente perché non vi è la possibilità materiale e reale di tradire con quest’uomo, frutto della loro fantasia. Questo amante travolgente è stato creato per dare stimoli forti ed intensi alla loro vita sessuale. Quindi la fantasia “dello sconosciuto” non ha influenze negative sulla relazione con il partner, anzi potrebbe risultare molto eccitante ed essere la miccia adatta per accendere una sessualità spenta dalla routine e dalla noia.

La situazione invece cambia se dalla fantasia si passa alla realtà e la donna inizia a stringere avventure sessuali con uomini appena incontrati, si trasforma quindi in una “seduttrice seriale”.
I motivi che spesso spingono le donne ad avere queste avventure di “blind sex” sono:

  • il gusto di vivere un’avventura trasgressiva;
  • mettere il proprio piacere in primo piano;
  • sfuggire alla routine;
  • provare il brivido del proibito;
  • vendicarsi del partner.
dott marco rossi foto autorizzata

Dott. Marco Rossi

Questi comportamenti non sono tanto una “conquista sociale”, quanto la dimostrazione dell’emancipazione dei costumi, dove le donne rivendicano il loro diritto al piacere e quindi cercano stimoli anche più trasgressivi per rendere la loro sessualità più stimolante. Le donne inibite, che temono “il giudizio” dell’uomo possono invece fare sesso con uno sconosciuto, poiché in questo modo possono vivere una sessualità più “trasgressiva”, nel senso che possono abbandonarsi al piacere, fare e ricevere una sessualità senza tabù da un uomo di cui non temono il giudizio.

Spesso, le donne che fanno sesso con uno sconosciuto vogliono perdere il controllo, provare quelle posizioni e quelle situazioni che magari hanno “vergogna” a provare o a chiedere al partner ufficiale. Questo fenomeno in cui l’uomo diviene “oggetto” sessuale potrebbe rivelare una “spersonalizzazione” del sesso, e quindi anche una ricerca del piacere fine a se stesso.

Non dimentichiamo che l’eros è soprattutto mistero, per cui chi meglio di uno sconosciuto, di cui non si conosce nulla, può “incarnare” l’amante ideale al quale la donna può chiedere tutto e dal quale può ricevere tutto!

Tuttavia le donne devono fare molta attenzione. L’erotismo al buio è il segnale della scissione tra affetti e sesso, ma per le donne l’intreccio delle due sfere, affettiva e sessuale, è sempre stato fondamentale. La sessualità sganciata dall’amore è una pratica, infatti, che appartiene più agli uomini e che ribalta l’idea stessa dell’erotismo femminile. Sarà quindi in grado la donna di trasformare e mettere in pratica le sue fantasie senza smentire la propria natura? Queste modalità sessuali possono rivelarsi positive solo a patto che l’esperienza serva a far accrescere la propria conoscenza di sé e la propria autostima.

Marco Rossi

Marco Rossi

Specialista in Psichiatria. Psicoterapeuta, Sessuologo Clinico. Presidente Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>