Vaccini, Gelli (Pd): “Serve campagna contro la disinformazione per contrastare calo preoccupante”

Federico-Gelli

On. Federico Gelli – Responsabile sanità del Pd

16 ottobre 2015 – “I vaccini rivestono un ruolo centrale per la salvaguardia della salute pubblica. Al fine di contrastare il calo delle vaccinazioni denunciato negli scorsi giorni dall’ISS, sarebbe opportuno predisporre una campagna informativa che miri a tranquillizzare tutti quei genitori chiamati a vaccinare i loro figli. Bisogna lanciare un messaggio chiaro e rassicurante: non esiste alcun pericolo nel vaccinarsi”. Così Federico Gelli, deputato e responsabile sanità del Pd.

“Oggi, grazie ad internet, tutti noi abbiamo la possibilità di tenerci facilmente informati. Bisogna, però, tenere sempre alto il livello di attenzione verso ciò che circola sulla rete. Non tutti hanno una preparazione tale da permettergli di distinguere facilmente ciò che è scienza da ciò che non lo è. I medici per primi, in questo contesto, sono chiamati a informare le famiglie, a farle sentire coinvolte in un percorso di tutela della salute i cui benefici ricadono sull’intera comunità. Quando, infatti, la soglia di copertura vaccinale scende sotto la soglia limite, c’è il rischio che microrganismi patogeni, spariti ormai da decenni nel nostro Paese, possano tornare ad attecchire tra la popolazione”, conclude Gelli.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>