Premio San Giovanni 2014. Al Prof. Giancarlo Isaia, Ospedale Molinette della Città della Salute e della Scienza, va il prestigioso riconoscimento, anche in qualità di Presidente della Società Italiana Osteoporosi

Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino   logo-SIOMMMS

Premio San Giovanni 2014, Palazzo Lascaris 4 Febbraio

Torino, 3 Febbraio 2015 – Il professor Giancarlo Isaia, Direttore di “Geriatria e Malattie Metaboliche dell’osso” dell’ospedale Molinette della Città della Salute e della Scienza di Torino e Presidente della Società Italiana dell’Osteoporosi del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello scheletro (SIOMMMS), sarà insignito domani del Premio San Giovanni per i suoi meriti medico-scientifici, soprattutto nel campo dello studio dell’osteoporosi.
A presentarlo come candidato, il Direttore Generale dell’A.O.U Città della Salute e della Scienza di Torino, l’avvocato Gian Paolo Zanetta.

Istituito nel 1989 dall’Associassion Piemonteisa, il Premio, quest’anno giunto alla ventiseiesima edizione, è destinato a personalità della cultura, della scienza, dell’arte e delle libere professioni che abbiano contribuito con la loro attività ad accrescere il prestigio di Torino e del Piemonte.
Il professor Isaia, nato a Lequio Tanaro (CN), è infatti dal 2013 Presidente della SIOMMMS, la più importante Società Scientifica nel campo dell’osteoporosi in Italia, che si occupa di promuovere la diffusione di conoscenze nel settore, il progresso scientifico e la prevenzione, senza trascurare gli aspetti sociali di queste malattie.

Nel 1986 ha inoltre fondato alle Molinette il Centro per le Malattie Metaboliche dell’osso, ottenendo dalla Regione Piemonte il formale riconoscimento di “Centro di riferimento regionale per le malattie metaboliche dell’osso”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>