Posizione del missionario, ecco come renderla ‘speciale’

“Mio marito vorrebbe fare sesso sempre nel ‘solito’ modo, ossia la classica posizione del missionario, io sotto, lui sopra. Trovo questo molto noioso, mi può aiutare a rendere questa posizione più stimolante in modo che entrambi possiamo divertirci?”

La posizione preferita da suo marito potrebbe diventare piacevole e per niente noiosa, se solo lei adottasse qualche piccola ‘strategia’ per renderla più intrigante e appagante. Infatti il “grande classico” della sessualità (la posizione del missionario) resta la posizione più scelta e utilizzata da molti.

Non è la migliore per stimolare il piacere femminile, ma in questa posizione lei e suo marito potete guardarvi negli occhi e questo può aggiungere anche un poco di romanticismo.

Dott. Marco Rossi

Al contrario, lei ritiene che il vostro modo di vivere l’intimità, più che romantico sia abitudinario e poco fantasioso, ben distante dalle posizioni più appaganti del piacere. Eppure nasconde molte curiosità, e se viene praticata con maestria può trasformare un rapporto in qualcosa di magico.

Non serve certo un tutorial per imparare a fare questa posizione, ma con qualche accorgimento e un poʼ di fantasia vorrei sfatare il falso mito che questa è la più banale delle posizioni sessuali. Ecco qualche consiglio.

Chieda a suo marito di afferrare con la mano la base delle sue parti intime e gliele faccia muovere con movimenti circolari all’interno delle sue. Siccome la sensibilità della vagina varia molto da un punto allʼaltro, così facendo suo marito riuscirà a trovare il punto esatto in cui la penetrazione le dà più piacere. Chieda a suo marito di provare anche a muovere il suo pene da destra verso sinistra e viceversa.

Anche se probabilmente a lei piace la frizione frontale, perché va a stimolare il famoso punto G, ogni tanto è bene cambiare e stimolare nuovi punti. Sempre stando sopra di lei, suo marito dovrà dirigere il suo pene verso il basso, invece che verso lʼalto, ma senza spingere troppo in profondità. In questo modo suo marito riuscirà a stimolare la parte posteriore della vagina, una parte molto sensibile e adatta per provare l’orgasmo.

Una variante molto sexy è quella con lei distesa di schiena. Si stenda a pancia in giù, chieda a suo marito di stendersi sopra di lei, allineando le sue spalle con la sua testa, e gli faccia fare lentamente il classico movimento dentro e fuori. Con questa tecnica suo marito riuscirà a stimolare il clitoride alla perfezione.

Una tecnica un poʼ brutale, ma molto apprezzata, prevede di estrarre completamente il pene dalla vagina, per poi spingerle di nuovo dentro con un colpo secco e deciso. Potete anche provare con rapidi colpi dentro e fuori senza che suo marito esca completamente.

L’importante è che fra lei e suo marito ci sia complicità e che nessuno dei due imponga all’altro un solo e unico modo di fare l’amore. Cercate di giocare, di sperimentare e di provare sempre nuovo modi per regalarvi piacere, poiché i nemici del piacere sono proprio la routine e la noia, ma soprattutto il fatto di non rispettare i desideri e le richieste del partner.

Marco Rossi

Marco Rossi

Specialista in Psichiatria. Psicoterapeuta, Sessuologo Clinico. Presidente Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *