Obesità, intervenire in modo tempestivo ed efficace. Esperti si confrontano in un convegno a Roma

mela-dieta

Roma, 19 novembre 2019 – Venticinque milioni di italiani sono in sovrappeso o obesi. Tra questi il 46% degli adulti e il 24% degli under 18. Statisticamente, le donne hanno un tasso di obesità inferiore (9.4%) rispetto agli uomini (11.8%). E il problema è maggiormente diffuso al Sud dove un bambino su tre ed un adolescente su quattro sono in eccesso di peso.

In Italia a 9 anni un bambino su 10 è obeso e 2 su 10 sono in sovrappeso e circa il 50% degli adolescenti obesi rischia di esserlo anche da adulti. Ma ciò che desta più allarme sono i dati sulle complicanze fisiche e psicosociali già presenti nell’infanzia e che tendono ad aggravarsi in età adulta.

dott-federico-messina-4

Dott. Federico Messina

Bambini obesi in età infantile vuol dire adulti obesi e questo comporta un aumento del rischio di ammalarsi di patologie cardiovascolari e metaboliche direttamente correlate all’eccesso di peso, ma anche di malattie dell’apparato osteo-scheletrico e ormonale, causate dal sovraccarico funzionale su questi sistemi. Senza contare l’aumento della predisposizione per la depressione e le patologie tumorali.

La parola d’ordine dunque per la gestione di questo dilagante fenomeno è il riconoscimento precoce delle condizioni di alterazione metabolica e la possibilità di intervenire in modo tempestivo ed efficace promuovendone la risoluzione con un corretto stile di vita e una dieta equilibrata, in una sola parola: prevenzione.

Di prevenzione in età adolescenziale e di corretti stili di vita si parlerà a Roma il 24 novembre presso il Centro Congressi Cavour nel corso di: “ObesityHelp! 2019”. Durante il convegno aperto al pubblico, gli psicoterapeuti Mariagrazia Rubeo, Daniele di Pauli ed Enrico Prosperi forniranno indicazioni e suggerimenti per la prevenzione dell’obesità adolescenziale e una educazione terapeutica, mentre non mancheranno i suggerimenti dell’endocrinologo Amerigo Iaconelli e della nutrizionista Emanuela Rotilio per una corretta alimentazione.

Quando però si devono perdere 40 o 50 chili, la sola dieta, l’esercizio fisico, la psicoterapia e farmaci possono non bastare. In questi casi l’unica soluzione efficace diventa la chirurgia di cui parlerà il chirurgo bariatrico Federico Messina e il chirurgo plastico Agostino Bruno.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito insalutenews.it

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *