Natale a suon di fanfara per i pazienti dell’Istituto Tumori di Bari

logo-istituto-giovanni-paolo-ii-bari

bari-bersaglieri-di-altamura

Bari, 19 dicembre 2017 – Atmosfera “piumata” al “Giovanni Paolo II”. Domani, a partire dalle 10.00, il Maresciallo Giovanni Carrozzo, capo fanfara del 7mo Reggimento Bersaglieri di Altamura, guiderà un nutrito gruppo di fanti piumati appartenenti al celeberrimo corpo dell’Esercito Italiano fondato nel lontano 1836, lungo il cortile antistante l’ingresso principale dell’Istituto Tumori di Bari.

A suon di “Bersagliere romano”, “La ricciolina” e “Il reggimento di papà”, i bersaglieri, autentico vanto della nazione, saluteranno con tutti gli onori i pazienti dell’Oncologico barese e il personale sanitario e amministrativo. Le partiture lasceranno spazio anche a musiche natalizie e canzoni su richiesta, in un momento ludico e goliardico che simboleggerà l’avvio delle celebrazioni natalizie anche per quanti sono costretti a trascorrerle in reparto.

Una carica inaspettata di energia sarà trasmessa ai degenti, che potranno ammirare lo spettacolo dalle finestre delle rispettive stanze: il cappello, la tradizionale ‘Vaira’, nonché inconfondibile simbolo del corpo, balzerà ai loro occhi, mentre le trombe introdurranno la corsa dei bersaglieri.

“È un onore ospitare in Istituto l’unico Reggimento della Brigata Pinerolo e osservare i fanti percorrere i nostri spazi mentre raccontano in musica la storia dell’orgoglio italiano – commenta il Direttore Generale Antonio Delvino – Il nostro intento resta quello di omaggiare i pazienti, contagiandoli con uno stato d’animo di serenità e dando il giusto ritmo e valore al Natale. Per questo ringrazio il Comandante del 7mo Reggimento Bersaglieri, il Colonnello Nicola Salamandra per aver acconsentito all’esibizione della fanfara”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>