Il Bambino Gesù diventa Ospedale “Accademico” JCI

logo Bambino Gesù

Il riconoscimento della Joint Commission International per l’Ospedale della Santa Sede

Osp. Bambino Gesù - Pediatria GianicoloRoma, 4 dicembre 2015 – Il Bambino Gesù ottiene l’accreditamento JCI come Ospedale “Accademico”. Il prestigioso riconoscimento arriva dal principale ente di accreditamento a livello internazionale in ambito sanitario, la Joint Commission International. Gli ispettori della JCI hanno certificato, dopo una rigorosa indagine, la conformità dell’Ospedale Pediatrico della Santa Sede ad oltre 300 standard e 1300 indicatori di eccellenza internazionali, confermando l’impegno a garantire ai piccoli pazienti cure sicure ed efficaci.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù aveva ottenuto il primo accreditamento JCI già nel 2006, riconfermato successivamente nel 2009 e 2012, con cadenza triennale. Durante le visite di accreditamento, il team internazionale valuta la conformità agli standard sanitari che vengono sviluppati e aggiornati periodicamente dal confronto con gli esperti di tutto il mondo, la letteratura scientifica e le buone pratiche adottate a livello internazionale.

Il metodo JCI si ispira al “miglioramento continuo della qualità della assistenza” e i parametri da soddisfare si riferiscono a tutti gli aspetti dell’organizzazione ospedaliera: le modalità dell’assistenza, l’educazione del paziente e dei familiari, la sicurezza delle infrastrutture e delle pratiche assistenziali, la qualificazione e la formazione del personale, il controllo delle infezioni associate all’assistenza e la gestione delle informazioni. Per gli Ospedali, come il Bambino Gesù, dove viene svolta anche formazione medica e ricerca clinica, vi sono ulteriori requisiti da rispettare per ottenere il riconoscimento di “Centro Medico Accademico”.

Nel conferire il nuovo accreditamento, gli ispettori della JCI hanno lodato l’Ospedale della Santa Sede per il suo “impegno nel miglioramento continuo della qualità delle cure”.

“Siamo orgogliosi – ha affermato il direttore sanitario Massimiliano Raponi – di questo atteso riconoscimento che ci arriva da un ente certificatore così autorevole e che rappresenta un ulteriore importante traguardo nel percorso continuo di miglioramento, mirato a fornire cure di eccellenza e a garantirne qualità e sicurezza per i pazienti e le loro famiglie”.

La Joint Commission International è stata fondata nel 1994 come branca internazionale di The Joint Commision, primo e maggiore ente degli Stati Uniti per l’accreditamento e la determinazione degli standard in campo sanitario. Si tratta di un ente no-profit presente in oltre 90 paesi, che ha l’obiettivo di migliorare la sicurezza e la qualità dell’assistenza ed è considerato lo standard di primo livello nell’assistenza sanitaria a livello mondiale. In Italia sono 24 le organizzazioni sanitarie accreditate da JCI, di cui 14 strutture ospedaliere e 5 come ospedali “accademici”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *