Ecografia muscolare per il trattamento della spasticità. Neurofisiologi a confronto

logo Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello

medici-chirurghi-corsia

Palermo, 19 novembre 2017 – L’ecografia muscolare diventa sempre più uno strumento prezioso per il trattamento mirato della spasticità. Neurofisiologi provenienti da tutta Italia si confronteranno il 20 e il 21 novembre a Palermo in occasione del corso-convegno organizzato da Marcello Romano, neurofisiologo dell’Unità operativa complessa di Neurologia dell’Azienda ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello, diretta da Salvatore Cottone.

Due sessioni, la prima, lunedì 20, al Mondello Palace Hotel con inizio alle 10; la seconda, martedì 21, all’aula magna “Vignola” dell’Ospedale Cervello, con inizio alle 9.00. Il trattamento focale dei disturbi del movimento (spasticità e distonie) con tossina botulinica (blocco neuromuscolare selettivo) è una terapia consolidata e diffusa. L’utilizzo della ecografia muscolare come guida per questi trattamenti si sta rapidamente diffondendo per i vantaggi che comporta: aiuta a meglio identificare i muscoli differenziandoli dalle strutture adiacenti; permette una minor invasività per la possibilità di usare un ago più piccolo, migliora la tecnica di infiltrazione (inoculazione di più muscoli a diversi livelli con singola iniezione, scelta di vie di accesso ottimali) grazie alla costante guida visiva, con la possibilità di registrare l’infiltrazione stessa. Il convegno di Palermo richiama figure di profili diversi che concorrono a questa modalità di terapia.

“Complimenti ai nostri operatori e grazie per avere promosso questa attività, che dimostra ancora una volta come la nostra azienda sia ai vertici nell’offrire a chi ne ha bisogno le cure più avanzate. Una sanità vicina ed amica anche per i più svantaggiati” commenta il Commissario dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello Maurizio Aricò.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *