Disegno di legge sulle professioni sanitarie finalmente in aula. Assomed Sivemp auspica l’approvazione

gruppo-di-medici

Roma, 21 dicembre 2017 – Assomed Sivemp, associazione sindacale maggiormente rappresentativa della dirigenza medica e sanitaria del Ministero della salute, ha accolto con favore la calendarizzazione del disegno di legge, che finalmente approda all’aula del Senato dopo quasi 1400 giorni, sul quale ha da sempre dato il proprio, costruttivo, apporto.

Sembra scongiurato il rischio di veder decadere, per lo scioglimento delle Camere, un provvedimento a lungo atteso che risolve problematiche già oggetto di proposte di legge nella precedente legislatura.

Dopo anni troverebbero realizzazione contenuti innovativi di utilità per tutta la collettività e istanze fondamentali per l’attività dei professionisti della sanità quali l’applicazione della medicina di genere, il coinvolgimento delle associazioni di pazienti, la riforma della sperimentazione di medicinali e dispositivi, il riordino e l’istituzione di albi per le professioni sanitarie, il contrasto all’abusivismo, il riconoscimento dei Medici del Ministero della Salute come parte integrante del SSN. Tutti aspetti che rafforzano il rapporto medico-paziente qualificando i professionisti sanitari e fornendo al cittadino garanzie di prestazioni  effettuate da soggetti qualificati e autorizzati.

Dopo circa 25 anni di impegno, e di ragioni spiegate, troverebbe realizzazione e compimento quanto già previsto dal d.lgs. 502/92: la dirigenza sanitaria verrebbe completamente incardinata nel Ministero della Salute e, contestualmente, concretamente equiparata alla dirigenza sanitaria del SSN. L’armonizzazione derivante consentirà una migliore qualificazione della governance del sistema.

Assomed Sivemp chiede, pertanto, la rapida approvazione del ddl e auspica che l’impegno profuso dal Ministro Lorenzin vada a buon fine nell’interesse della sanità pubblica e della collettività.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>