Chirurgia ricostruttiva nel trattamento del tumore della mammella. Bra Day al Fatebenefratelli-Isola Tiberina

logo-ospedale-fatebenefratelli

donna-seno-mammella

Roma, 15 ottobre 2019 – “Se non ci fosse il cambiamento non ci sarebbero le farfalle”, è il titolo dell’iniziativa che il Fatebenefratelli-Isola Tiberina organizza il 16 ottobre, in occasione del Bra Day, Giornata Internazionale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria nel trattamento del tumore al seno.

Quest’anno anche la Breast Unit dell’Ospedale romano ha voluto dedicare un’intera giornata all’evento, per sensibilizzare, informare e condividere con le donne le reali possibilità ricostruttive dopo una mastectomia per tumore, con l’obiettivo di ristabilire una propria immagine corporea e un ritrovato benessere dopo la malattia.

“Lo slogan di questo evento che descrive la nascita della farfalla – spiega Patrizia Frittelli, Direttrice della Breast Unit dell’Ospedale – vuole simboleggiare il recupero psicofisico della paziente ottenuta anche grazie all’intervento ricostruttivo, fondamentale nel percorso terapeutico del tumore della mammella. Quello che vogliamo offrire, con questa giornata, è un momento di approfondimento, di informazione e di aumento delle conoscenze. Perché è solo attraverso la consapevolezza che si riesce a sviluppare reattività, resilienza e capacità di riconoscere il cambiamento come parte produttiva della propria esperienza di vita”. Insieme a lei, a coordinare la giornata, Carlo Magliocca, chirurgo al Fatebenefratelli e Presidente della SICPRE (Società Italiana di Chirurgia Plastica).

La mattinata (dalle 9.30) sarà dedicata all’approfondimento scientifico con il coinvolgimento di chirurghi plastici, senologi, psicologi, pronti a rispondere ai quesiti delle donne, alcune delle quali potranno offrire testimonianze. Verranno inoltre forniti i dati sui casi di ALCL (Linfoma anaplastico a grandi cellule) registrati in Italia, sui sistemi di monitoraggio messi in atto a livello nazionale ed internazionale, sulla ricerca in questo ambito promossa dal Ministero della Salute, in relazione alla possibile associazione tra l’insorgenza della ALCL e il tipo di protesi mammaria.

Nel pomeriggio (ore 15.00-18.00), sarà possibile effettuare visite gratuite di chirurgia oncoricostruttiva per donne con storia di tumore o portatrici della mutazione BRCA1-2 e, parallelamente, verrà offerta la possibilità di partecipare a un laboratorio di bellezza per le donne in trattamento oncologico, in collaborazione con “La forza e il sorriso Onlus”. Nel Chiostro della fontana verrà inoltre, presentato il progetto fotografico “Rinascita”, che vedrà protagoniste le pazienti dell’Ospedale.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>