Chirurgia protesica di spalla, l’Ortopedia dell’AOU di Orbassano vince l’Award 2018

logo-aou-san-luigi-gonzaga

prof-filippo-castoldi-aou-orbassano

Prof. Filippo Castoldi

Orbassano, 2 marzo 2018 – Dal 6 al 10 marzo a New Orleans, in Louisiana, si svolgerà il più importante Congresso Internazionale di Ortopedia; il Meeting, organizzato da AAOS (American Academy Orthpaedic Surgeons), è anche l’incontro che registra la maggior affluenza di specialisti da tutto il mondo.

Quest’anno la SCDU Ortopedia del San Luigi di Orbassano, diretta dal prof. Filippo Castoldi, andrà a ritirare il premio Award 2018, vinto con la presentazione di un filmato educazionale sulla tecnica di impianto di protesi inversa di spalla. La Scuola Torinese di Ortopedia da anni si aggiudica questo importante riconoscimento.

Conferma il Commissario Franco Ripa: “Si tratta di un prestigioso riconoscimento, che contribuisce ad affermare in modo ancora più visibile il ruolo dell’AOU San Luigi e della SCDU di Ortopedia a livello internazionale”.

Il titolo del filmato presentato è “Stay out of trouble in reverse shoulder replacement”, riguarda la chirurgia protesica di spalla di cui il San Luigi è centro ortopedico all’avanguardia.

La chirurgia protesica di spalla seppur in ritardo rispetto a quella delle sorelle maggiori (anca e ginocchio) è in grande crescita e permette di risolvere casi che un tempo non avevano una soluzione. È una chirurgica che richiede al chirurgo una lunga curva di apprendimento e pertanto destinata a centri ad alta specializzazione.

La realizzazione di questi lavori richiede alti livelli di conoscenza della materia e di metodo, ed è possibile anche grazie alla collaborazione con gli Istituti di Medicina Legale e di Anatomia dell’Università di Torino in particolare con le dott.sse Sarah Gino e Grazia Mattutino.

I lavori presentati integrano filmati intraoperatori con dettagli anatomici e di tecnica per dimostrare in modo dettagliato e chiaro passaggi chirurgici difficili, dettagli anatomici fondamentali e tecniche particolari.

Torino è all’avanguardia in questo campo, e, grazie a ciò, i ‘giovani’ e meno giovani ortopedici possono crescere ed insegnare.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *