Terremoto di Amatrice, nuovi risultati sulle deformazioni del suolo

logo-cnr-def

Italy-earthquake-deformation-terremoto-amatrice-cnr

Italy earthquake deformation

Roma, 30 agosto 2016 – L’Irea-Cnr ha elaborato i dati del satellite Sentinel-1 che confermano la subsidenza verticale (abbassamento del suolo) di 20 cm in corrispondenza di Accumoli, ma rilevano anche un movimento orizzontale fino a 16 cm.

“L’analisi delle immagini radar acquisite dai satelliti Sentinel-1A e Sentinel-1B del Programma Europeo COPERNICUS – spiega Riccardo Lanari, direttore Cnr-Irea – ha consentito ad un team di ricercatori dell’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA) di ottenere nuove informazioni riguardanti il campo di deformazione del suolo provocato dal Terremoto di Amatrice”.

“In particolare, combinando le informazioni ottenute dalle immagini acquisite dalle orbite ascendenti e discendenti dei satelliti Sentinel-1, è stato possibile rilevare sia la componente verticale della deformazione del suolo, sia quella nella direzione Est-Ovest. Queste informazioni sono particolarmente importanti per lo studio delle faglie sismogeniche”, conclude Lanari.

Ground-displacement-from-Italy-s-earthquake-terremoto-amatrice-cnr

Ground displacement from Italy’s earthquake

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>