Terapia del dolore, XVI Congresso Nazionale SIAARTI

logo- SIAARTI-didascalia

Antonio-Corcione-Presidente-SIAARTI

Dott. Antonio Corcione

Roma, 1 dicembre 2017 – Si svolgerà dal 5 al 7 dicembre presso il Meeting & Business Center dell’Aeroporto di Olbia il XVI Congresso Nazionale dell’Area culturale del dolore SIAARTI. Sono centinaia gli anestesisti rianimatori provenienti da tutta Italia che si confronteranno sulle ultimissime novità legate al trattamento del dolore.

Si parlerà delle nuove e importanti acquisizioni nel campo della diagnostica; della comprensione dei meccanismi biologici e biochimici implicati nella genesi e nel mantenimento delle sindromi dolorose, dell’introduzione  di nuovi farmaci e di nuove tecniche per il trattamento del dolore sia acuto che cronico.

Uno sguardo particolare sarà dedicato ai problemi derivanti dall’uso della cannabis per la cura del dolore cronico. Gli esperti si confronteranno anche sugli ultimi studi sperimentali legati agli effetti della musica nella gestione del dolore, sulle cinque cose da fare e non fare per curare il mal di schiena, su quali analgesici per i pazienti pediatrici, sulle controversie e sfide nella diagnosi e gestione della fibromi algia.

Per il presidente SIAARTI, Antonio Corcione si tratta di un appuntamento da non perdere. “La terapia del dolore, all’interno della specialità dell’anestesia e rianimazione, ha ormai un ambito ben preciso con campi di ricerca, studio e intervento clinico sempre meglio definiti e specialistici. Le realtà regionali sono ancora molto diverse ed è fondamentale la creazione di una rete con i medici di medicina generale. Allo stato attuale numerosi sono gli sforzi in tal senso, finalizzati al coinvolgimento del territorio e delle figure professionali di riferimento per garantire una continuità assistenziale anche al di fuori dell’ospedale nella gestione e nel trattamento del dolore acuto e cronico” afferma Antonio Corcione.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>