Settimana Mondiale della Tiroide. Screening gratuito all’AOU Senese

logo-aou-senese

endocrinologia-staff-aou-senese

Lo staff dell’Endocrinologia – AOU Senese

Siena, 20 maggio 2016 – Dal 23 al 27 maggio si terrà la Settimana Mondiale della Tiroide. A Siena, al policlinico Santa Maria alle Scotte, sono in programma ecografie gratuite, previa prenotazione al CUP, chiamando il numero 0577/767676 e specificando che si richiede lo screening, mai effettuato precedentemente, in occasione dell’evento di martedì 24, mercoledì 25 e venerdì 27, dalle ore 14.30 alle ore 17.30. Negli ambulatori della UOC di Endocrinologia, situati al piano 0 del lotto 5, i cittadini potranno sottoporsi ad ecografia e confrontarsi con gli esperti su prevenzione e cura della malattia.Obiettivo dell’Endocrinologia dell’AOU Senese, diretta dal prof. Furio Pacini, è quello di promuovere una strategia di prevenzione che si basa innanzitutto sull’uso del sale iodato. “La tiroide – spiega Furio Pacini, Presidente della European Thyroid Association (ETA) – svolge un ruolo fondamentale nell’arco di tutta la vita, prima della nascita e fino alla terza età in quanto regola, grazie agli ormoni che produce, importanti processi quali lo sviluppo neuropsichico e l’accrescimento somatico nell’età evolutiva, mentre in tutte le età fondamentale per la funzione cardiovascolare, il metabolismo basale, lipidico, glucidico e osseo”.

“Non solo la tiroide influenza la fertilità come se fosse una centralina di controllo, ma anche il ritmo cardiaco, la forza muscolare e molto altro – aggiunge il presidente di ETA – In particolare, è molto importante che le future mamme garantiscano un adeguato apporto di iodio per se stesse e per il bambino”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *