Progetto ‘Ospedali Aperti’. Visite gratuite all’AOU di Orbassano

logo-aou-san-luigi-gonzaga

XXIII Giornata del Ciclamino. Anche l’ospedale San Luigi Gonzaga tra le cento piazze, per conoscere e prevenire. Un ciclamino per aiutare la ricerca scientifica

aou-san-luigi-gonzaga-orbassano

Orbassano, 18 settembre 2017 – Domenica 24 settembre il GILS (Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia) scende in campo, per il ventitreesimo anno consecutivo, con la Giornata del Ciclamino: 100 piazze italiane che, per un giorno, si coloreranno con i ciclamini e faranno fiorire l’informazione sulla Sclerosi Sistemica grazie al supporto dei volontari in tutta Italia.

Il ricavato di questa giornata permetterà di avviare due progetti da 25.000€ l’uno che saranno assegnati – al termine del bando pubblicato il 2 maggio 2017 – a giovani ricercatori sotto i 40 anni.

“Lo scopo della Giornata del Ciclamino, però, non è solo quello di raccogliere fondi per la ricerca, ma anche di diffondere conoscenza sulla malattia, in modo da favorire una diagnosi precoce che, in molti casi, può davvero salvare la vita” dichiara Carla Garbagnati Crosti, presidente del GILS.

Per questo, venerdì 22 settembre, l’Ospedale San Luigi Gonzaga parteciperà al progetto “Ospedali Aperti” dove il dott. Renato Carignola e la dott.ssa Valeria Data effettueranno controlli gratuiti presso “Week Day Hospital Internistico” – III Pad. stanza 9 (Scleroderma Unit), dalle 9.00 alle 12.00.

Il Commissario dell’AOU San Luigi Franco Ripa: “Ringraziamo il GILS e in particolare Carla Garbagnati e Miriam Fusco con cui stiamo lavorando con grandi sinergie ed ottimi risultati, sia clinici sia gestionali, e con grandi prospettive per il futuro”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *