Medicina di precisione. Meeting all’Istituto Gaslini

logo-gaslini

istituto-gaslini

Giovedì 29 e venerdì 30 giugno 2017 l’Istituto Giannina Gaslini organizza una due giorni interamente dedicata al tema della “Precision Medicine” dal titolo: “The future of the medicine starts now” Il futuro della medicina inizia ora. Il convegno è presieduto dal prof. Alberto Martini direttore scientifico dell’Istituto Gaslini e dal prof. Francesco Frassoni, direttore del Dipartimento Emato-Oncologia e Laboratorio Cellule Staminali Post-Natali e Terapie Cellulari del Gaslini.

“La continua introduzione nel campo di nuovi approcci ci dà l’impressione che ogni anno inizi una nuova era. Strumenti tecnologici sofisticati entrano con un ritmo molto veloce nella pratica e vengono rapidamente tradotti in possibilità terapeutiche. La maggior parte di ciò che verrà presentato e discusso sta convergendo in quella che viene generalmente definita come ‘Medicina di Precisione’. Abbiamo radunato un numero elevato di famosi interpreti di tutto il mondo, leader assoluti nel loro campo, e siamo molto orgogliosi che abbiano accettato di partecipare a questo incontro, che mira a comprendere molte delle nuove formidabili potenzialità della biomedicina, e dove i relatori presenteranno anche uno sguardo sui prossimi 10 anni di sviluppo scientifico-tecnologico-terapeutico. Si tratta di un appuntamento periodico che il Gaslini organizza perchè vuole fortemente partecipare al progresso della scienza biomedica, il programma evidenzia le aree in cui è necessario investire” sottolinea il prof. Alberto Martini Direttore Scientifico dell’Istituto Gaslini.

“In tutto il mondo le autorità sanitarie stanno sviluppando e implementando protocolli che si basano sulla Medicina di Precisione: in che modo nuovi metodi scientifici e sviluppo di tecnologie biomediche sofisticate influenzano e modificano gli approcci terapeutici? Il Convegno vuole essere un momento in cui il Gaslini, ma anche tutti gli operatori dell’area biomedica in Liguria e in Italia, si confrontino con quello che c’è di più importante e promettente nel panorama scientifico internazionale. Allo stesso tempo, volevamo avere relatori che mostrassero come le autorità sanitarie stiano organizzando e implementando la medicina di precisione a livello di sistema sanitario nazionale. Quindi, questo incontro non è solo per gli scienziati o i clinici, ma anche per gli amministratori. Non si verifica molto spesso che in soli due giorni si possa imparare tanto nel campo della scienza biomedica, senza alcuna quota di iscrizione” spiega il prof. Francesco Frassoni Presidente del Meeting, direttore del Dipartimento Emato-Oncologia e Laboratorio Cellule Staminali Post-Natali e Terapie Cellulari del Gaslini.

Il convegno che sarà ospitato dal Palazzo della Meridiana (salita S. Francesco, Genova) è gratuito e rivolto a medici, personale infermieristico e tecnici sanitari, farmacisti, biologi, ricercatori, personale amministrativo delle strutture ospedaliere e operatori del settore sanitario.

Alcuni dei temi principali protagonisti del Convegno:

  • Fare diagnosi di tumore con anni di anticipo con un semplice prelievo di sangue. Wikmann (giovedì 29 ore 12.10)
    Sta emergendo che è possibile individuare DNA proveniente da tumore nel sangue con anni di anticipo rispetto a quando viene correntemente posta la diagnosi. Molti centri stanno lavorando a questo progetto e già alcune Biotech Companies sono sul mercato. Enorme l’impatto di questa tecnica sulla possibilità terapeutiche e sulla possibilità di guarigione.
  • Ringiovanire attivando 4 geni. Belmonte / Mo Li. (giovedì 29 ore 1.40)
    Facendo esprimere in maniera intermittente quattro geni in ceppi di topi che invecchiano precocemente, si è riusciti a portare la vita di questi topi alla stessa lunghezza di quelli normali e si è riscontrato un effetto di ringiovanimento evidente sulle cellule e sui tessuti. I geni capaci di questo effetto sono i geni che determinano la riprogrammazione dell’assetto trascrizionale quando si forma l’embrione. E’ chiaro che per ora non siamo prossimi all’applicazione pratica. Ma la strada è aperta.
  • Il Sistema Sanitario Nazionale e la medicina di precisione – La medicina di precisione sarà per tutti ?
    R Sharpe . (venerdì 30 ore 9.30)
    Da ormai qualche anno si parla di Medicina di Precisione; cosa vuol dire ? Essendosi accumulate conoscenze su quali fattori di trascrizione sono responsabili di patologie sia degenerative che tumorali sono stati prodotti “farmaci” che sono capaci di interrompere alcuni circuiti patologici o di sostituire fattori mancanti. Il problema che si pone ai SSN è almeno duplice: a) come garantire a tutti l’accesso a queste terapie (che sono molto più efficaci e molto meno tossiche della chemioterapia (per esempio), b) tenendo anche presente che, per ora, i costi sono elevatissimi.
  • Linfociti ingegnerizzati che curano i tumori. M Sadelain and A Bondanza (venerdì 30 ore 14)
    Negli ultimi 10 anni, accanto alla chirurgia e la chemioterapia, si è affacciata una nuova e potente arma nella lotta contro il cancro. E’ l’immunoterapia, cioè l’utilizzo di cellule e molecole del sistema immunitario per eliminare fino all’ultima cellula tumorale. Le cellule del sistema immunitario, i linfociti T, in particolare, vengono trasformati in potenti killer delle cellule maligne attraverso ingegnerizzazione genetica con recettori chimerici, i cosiddetti CAR-T(chimeric antigen receptors T cells) . Questi linfociti però non sono dei farmaci antitumorali classici, ma veri e propri farmaci “di design”, cioè pensati a tavolino, e viventi, cioè capaci di interagire in maniera dinamica e controllata. Inoltre, il nuovo design lavora conferire a questi linfociti lunga sopravvivenza nel tempo per garantire che la neoplasia, qualora perdurasse in qualche remoto angolo del corpo e dovesse riprendere a crescere venga debellata completamente. Nella lezione saranno proiettati filmati che mostrano come questi linfociti ingegnerizzati uccidono ed eliminano le cellule tumorali. Durante la relazione, saranno presentate le basi scientifiche di questa rivoluzionaria innovazione tecnologica e le molteplici applicazioni non solo in oncologia, ma in medicina in senso lato. E poi faremo un viaggio nel futuro, nella fantascienza di farmaci anti-cancro non solo viventi, ma anche telecomandati.
  • L’ importanza di una massa critica culturale per realizzare una leadership scientifica. M Piana(giovedì 29 ore 11.10)

Questa conferenza del pro rettore alla Ricerca dell’Università di Genova vuole delineare quali sono gli ingredienti necessari affinché Genova possa essere in grado di raccogliere questa sfida.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *