Ictus cerebrale, a Siena le Giornate Neuroradiologiche

logo-aou-senese

“Giornate Neuroradiologiche Senesi”: eventi formativi per la diagnosi dell’ictus cerebrale ischemico con Tomografia Computerizzata
Mercoledì 27 gennaio
Aule 13 e 14, Centro Didattico
AOU Senese

AOU-SeneseSiena, 26 gennaio 2016 – Approfondimento a 360° sulla diagnosi dell’ictus ischemico cerebrale tramite Tomografia Computerizzata (TC). Questo l’obiettivo delle “Giornate Neuroradiologiche Senesi”, con due corsi, uno di aggiornamento ed uno teorico-pratico, organizzati dal neuroradiologo Alfonso Cerase, del Dipartimento Scienze Neurologiche e Neurosensoriali, diretto dal prof. Alessandro Rossi, per mercoledì 27 gennaio, presso le aule 13 e 14 del centro didattico del policlinico Santa Maria alle Scotte.

“La TC in Pronto Soccorso – spiega Cerase – rappresenta uno strumento di grande efficacia nel percorso diagnostico e terapeutico assistenziale delle emergenze cerebro-vascolari. La possibilità di studiare anche il circolo arterioso cerebro-afferente e l’emodinamica del flusso cerebrale determina, infatti, la migliore possibilità di diagnosi, prognosi e selezione del trattamento per via venosa, arteriosa o combinata”.

Con la riduzione dei tempi di intervento ed il continuo progresso degli strumenti terapeutici, la TC ha consentito di ottenere i migliori risultati clinici. “Ciò ha determinato la formidabile crescita del ruolo dei medici neuroradiologi e radiologi in Pronto Soccorso – prosegue Cerase – nonché delle specifiche funzioni dei tecnici sanitari di radiologia medica nella gestione dei pazienti con ictus ischemico. Come per ogni sviluppo tecnologico, tuttavia, anche in questo caso è necessaria la salda conoscenza della metodica”. L’evento formativo è dedicato al grande scienziato Paolo Mascagni, nel bicentenario della morte.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *