Endocrinologia 2.0: la SIE diventa ‘società aperta’. Via libera all’affiliazione gratuita degli specialisti

logo-sie-societa-italiana-endocrinologia

La Società Italiana di Endocrinologia – SIE apre le porte all’affiliazione gratuita allo scopo di favorire l’accesso alle novità della ricerca per oltre 7.000 endocrinologi non iscritti impegnati sul territorio

prof-andrea-lenzi-3

Prof. Andrea Lenzi

Roma, 23 maggio 2016 – Favorire la circolazione delle idee e delle conoscenze, accelerare l’aggiornamento e i processi formativi: con questi obiettivi la Società Italiana di Endocrinologia, nel segno dell’innovazione e dell’Endocrinologia 2.0, ha deciso di aprire le proprie porte ai “non iscritti”, migliaia di specialisti “senza tessera” impegnati ogni giorno sul campo che rischiano di essere tagliati fuori dall’aggiornamento scientifico. La possibilità di affiliazione gratuita è stata sancita a chiusura delle giornate pisane “Incontri Italiani di Endocrinologia e Metabolismo” e prontamente tradotta in una variazione dello statuto societario deliberata dalla SIE per prevedere la nuova qualifica di “socio affiliato”.

“Almeno 6.000-7.000 endocrinologi lavorano sul territorio senza essere iscritti ad alcuna società scientifica e restano così tagliati fuori dall’innovazione e dalle conoscenze – afferma Andrea Lenzi, Presidente SIE – con questa iniziativa vogliamo raggiungere tutti i colleghi e gli operatori di area sanitaria creando un modello di società scientifica ‘aperta’. Non più una turris eburnea per soli super-ricercatori, ma una struttura che mette a disposizione tutta la sua capacità scientifica e le risorse formative e di aggiornamento presenti sul sito. Aprire le porte della Società scientifica significa far circolare idee e progresso a favore degli endocrinologi e dei pazienti”.

Oggi l’Endocrinologia si occupa di stili di vita e alimentazione, di patologie ad alto impatto sociale quali diabete, obesità, infertilità, osteoporosi e di patologie delle ghiandole endocrine fino alle malattie rare, con importanti potenzialità diagnostiche e terapeutiche in ciascun settore: diventa tanto più urgente dare massima diffusione alle scoperte scientifiche e alle loro potenzialità di immediata traslazione nella pratica clinica.

Sono definiti “affiliati” SIE coloro che ne facciano richiesta attraverso la presentazione di una domanda sul sito (www.sie.it) con procedura semplificata via web e allegando un breve curriculum vitae che comprende gli studi, la tipologia di laurea, la specializzazione, ove presente, o altra qualifica di formazione di terzo livello e la qualifica/attività professionale attuale presso strutture assistenziali o enti o imprese sul territorio nel settore pubblico e privato, nell’ambito dell’Area Endocrino-Metabolico-Andrologica.

Gli affiliati SIE nel periodo di permanenza nella qualifica riceveranno i notiziari SIE, avranno accesso a tutte le attività formativo-educazionali collegate al sito web, comprese quelle presenti nella parte della sezione riservata ai soci ordinari, e avranno uno sconto per l’iscrizione ai congressi nazionali e regionali.

“In questo modo gli affiliati come già i soci – conclude il professor Lenzi – avranno l’opportunità di apprendere online le ultime novità che da un lato portano ad una Endocrinologia sempre più personalizzata e di precisione, dall’altro ad una vera appropriatezza diagnostica e terapeutica, utile a conseguire quella aderenza alle terapie che nel nostro settore può portare reali risparmi al sistema e benessere ai pazienti”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>