Emato-oncologia pediatrica, il presidente Sergio Mattarella visita il Centro Maria Letizia Verga

logo-fondazione-monza-brianza-per-il-bambino-e-la-sua-mamma-fmbbm

ricercatori-fmbbm

Monza, 18 settembre 2018 – Giovedì 20 settembre il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella visiterà il Centro Maria Letizia Verga – Clinica pediatrica della Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma (MBBM) e i laboratori di ricerca della Fondazione Tettamanti.

La visita si inserisce in un percorso di incontri, che, nella stessa giornata, il Presidente Mattarella intende fare coinvolgendo il Centro della Fondazione MBBM e l’Istituto dei Tumori di Milano, centri di eccellenza nell’ambito dei tumori infantili.

La Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma (Fondazione MBBM) è una fondazione di partecipazione riconosciuta dalla Regione Lombardia i cui soci fondatori sono l’Ospedale San Gerardo di Monza (ASST di Monza), la Fondazione Tettamanti, il Comitato Maria Letizia Verga.

Dopo i saluti di benvenuto da parte di Giuseppe De Leo, presidente della Fondazione MBBM, e Luigi Roth, vicepresidente della Fondazione MBBM e presidente della Fondazione Tettamanti, Mattarella incontrerà i bambini in cura presso il Centro e le loro famiglie, accompagnati daGiovanni Verga, presidente del Comitato Maria Letizia Verga.

Il professor Andrea Biondi, direttore scientifico e direttore della Clinica pediatrica della Fondazione MBBM e professore ordinario di pediatria all’Università degli studi di Milano, accompagnerà il presidente Mattarella all’interno del day hospital e nei laboratori della Fondazione Tettamanti e illustrerà gli importanti traguardi raggiunti nell’ambito della cura e della ricerca sui tumori ematologici infantili.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>