Tumori, nuova metodica per i trattamenti radioterapici. L’AOU di Ferrara tra le prime in Italia

logo-aou-ferrara

equipe-radioterapia-aou-ferrara

Da sin.: Perazzini, Fabbri, Simone, De Guglielmo, Rainieri, Tonini, Fiorica, Stefanelli, Talamini, Manco e Malorgio

Ferrara, 7 dicembre 2017 – Hanno preso il via oggi, presso il reparto di Radioterapia Oncologica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, i trattamenti radioterapici con tecnica VMAT FFF (Volumetric Modulated Arc Therapy) che permettono di colpire il tumore risparmiando maggiormente i tessuti sani, con tempi di trattamento di gran lunga inferiori rispetto alle tecniche standard, grazie all’utilizzo di fasci FFF (flattening filter free).

Il Reparto del S. Anna è il secondo centro nella Regione Emilia-Romagna, e tra i primi in Italia, a mettere a disposizione del paziente precisione e velocità di erogazione finalizzate ad un miglior controllo locale della malattia e ad una riduzione degli effetti collaterali legati alla radioterapia.

La stretta collaborazione tra personale medico, fisico e tecnico ha permesso il raggiungimento di questo traguardo che fa da punto di partenza per importanti sviluppi scientifici e clinici finalizzati a garantire il miglior trattamento radioterapico al paziente oncologico.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>