Tumori del naso e dei seni paranasali, l’AOU di Orbassano punta alla prevenzione con visite gratuite

logo-aou-san-luigi-gonzaga

aou-san-luigi-gonzaga-orbassano

Orbassano, 8 novembre 2019 – Le neoplasie naso-sinusali (benigne e maligne) sono un gruppo eterogeno di malattie che necessitano differente gestione diagnostico-terapeutica. Spesso si tratta di patologie che giungono alla nostra osservazione in stadio avanzato data l’aspecificità e banalità dei sintomi e segni di esordio e richiedono competenze specialistiche nella loro gestione.

In occasione delle giornate di prevenzione dei Tumori del Naso e Seni Paranasali la S.CD.U. O.R.L., diretta dal prof. Giovanni Cavallo, ha programmato due giornate di visite gratuite: giovedì 21 novembre e giovedì 5 dicembre. Per partecipare alle visite di prevenzione è necessario prenotare presso la Segreteria dell’Ambulatorio ORL o telefonare al numero 011.9026463, lun-ven 9.00-12.00 e 14.00-15.00.

I tumori maligni dei seni paranasali rappresentano circa l’1% di tutte le neoplasie maligne e il 3% di quelle delle vie aeree superiori. In Italia l’incidenza annua è di 0.5-1/100.000. In Piemonte dal 1996 al 2012 sono stati denunciati all’INAIL circa 160 casi. Le esposizioni lavorative del legno – soprattutto fabbricazioni dei mobili – manifatture di calzature in cuoio o lavorazioni con composti di nichel e di cromo pongono quesiti sulla eziopatogenesi.

L’endoscopia nasale ambulatoriale sistematica e accurata non solo è indispensabile per la definizione dell’estensione endonasale della neoplasia e per il prelievo bioptico, ma può a volte consentire una diagnosi tanto precoce quanto imprevista. Gli esami radiologici diagnostici più importanti sono la TC e la RM che consentono di studiare con precisione l’estensione tumorale.

Il trattamento di scelta della maggior parte di queste neoplasie è la chirurgia: essa necessita di tecniche endoscopiche attuali, avanzate e sempre più minimamente invasive. L’intervento chirurgico deve prevedere sia la mappatura della neoplasia che il controllo della radicalità mediante prelievi multipli per esami istologici estemporanei. La radioterapia postoperatoria diventa un completamento indispensabile del tentativo della cura chirurgica.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>