Tra inibizioni e trasgressioni: come creare il ‘ritmo’ intimo di coppia

“Al mio uomo piace ‘farlo strano’, mentre a me no. Vorrei sapere come possiamo fare per capire se siamo incompatibili nella intimità e se io devo sottostare alle sue richieste per non mettere in crisi la coppia. Katia”

Quando un partner è interessato a introdurre del pepe nella sfera sessuale, mentre l’altro è più titubante, questo può portare all’insicurezza nella coppia. Il suo partner é più ‘trasgressivo’, ma deve riconoscere la sua paura e deve rassicurarla sul fronte affettivo. Il consiglio più importante è di andare piano in modo che lei, essendo più inibita, possa superare i suoi tabù e cercare di creare un “ritmo di coppia”.

Dott. Marco Rossi

È anche fondamentale che vi impegnate nella ricerca e nell’esplorazione congiunta nei diversi modi di sperimentare la sfera sessuale, selezionando solo quelli in cui entrambi vi sentirete a proprio agio e sicuri.
Per capire se siete incompatibili nella sfera sessuale dovrete fare attenzione a questi aspetti e comportamenti:

  • Prima di tutto dovete chiedervi se quando fate l’amore fra di voi non c’è naturalezza. Senza spontaneità tutto diventa molto meccanico. Si finisce a vivere la sessualità in modo freddo e distaccato, mentre l’intimità va vissuta in modo totalmente spontaneo e naturale.
  • Un altro punto da chiarire è se quando parlate di questioni sessuali, scoprite di non avere fantasie o desideri in comune. Ad esempio vi siete mai confrontati per vedere se avete dei desideri o giochi sessuali da condividere? Se non condividete mai nulla di intimo, è inevitabile che la passione sia destinata a estinguersi.
  • Un aspetto importante per valutare la vostra compatibilità sessuale è quello di vedere se vi piace fare sesso nello stesso modo (vedi se vi piacciono le stesse posizioni). Infatti se ad uno di voi piace una posizione e insiste con quella, che però non regala nessun piacere al partner e viceversa, è evidente che la vostra intesa sessuale non potrà essere appagante! Non si possono palare due lingue diverse a letto, a meno che non si usino per altri scopi, mi permetta la battuta , e non mi sembra il vostro caso.
  • Un altro campanello d’allarme è quello se vivete l’intimità solo durante le occasioni speciali. Compleanni, vacanze, onomastici. Il sesso non deve diventare un premio, da concedere solo a chi raggiunge la data fortunata, ma gli incontri sessuali vanno condivisi quando si ha voglia e quando vi è la giusta atmosfera, indipendentemente dalle ricorrenze!
  • La vostra incompatibilità potrebbe anche essere rivelata dalla difficoltà nel raggiungimento dell’orgasmo. Se è per colpa di tempistiche diverse vi potreste concentrare sui baci e sesso orale per ‘settarvi’, ma se il problema è una totale incapacità nel raggiungere l’orgasmo è importante capire quali potrebbero essere le cause di tale difficoltà.
  • Un altro aspetto importate è quello di “trovare il ritmo”: se lei spinge il bacino e lui lo tira via, lui spinge e lei tira. Mi spiego meglio, è come nelle canzoni, se non c’è ritmo e un’armonia della canzone, tutto è scomposto e non sembra un brano jazz. L’armonia e la complicità sono fondamentali per l’intesa sessuale.

Infine se non avvertite mai la necessità di condividere momenti di passione con la stessa tempistica significa che il vostro desiderio non è in sintonia. Cercate di creare dei punti di incontro.

Il personale rapporto con l’intimità deve avere un punto di incontro con il partner, altrimenti uno dei due sarà sempre insoddisfatto e andrà a cercare piacere altrove. Se nessuno scende a compromessi, e soprattutto se non cercate di ‘settare’ la vostra intesa sessuale e sentimentale, qual è il senso di una relazione?

Marco Rossi

Marco Rossi

Specialista in Psichiatria. Psicoterapeuta, Sessuologo Clinico. Presidente Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *