Salute mentale, esperienze nazionali e internazionali in un meeting ad Arezzo

logo-azienda-usl-toscana-sud-est-arezzo

Convegno all’auditorium del San Donato a 40 anni dalla Legge Basaglia. Presente anche il Metropolitan Museum di New York. La prevenzione, il lavoro, i ruoli del servizio pubblico e della cooperazione sociale

malato-psichiatrico-follia

Arezzo, 18 aprile 2018 – “Comunità attive per la salute mentale”: è il convegno centrale della serie di eventi dedicati alla salute mentale a 40 anni dalla legge Basaglia. È in programma per l’intera giornata di venerdì 20 aprile nell’auditorium Pieraccini dell’ospedale San Donato di Arezzo con inizio alle ore 9.00. A confronto, esperienze nazionali e internazionali di promozione della salute mentale, di capacitazione comunitaria e per lo sviluppo locale.

I saluti iniziali saranno del sindaco Alessandro Ghinelli e del direttore generale Ausl, Enrico Desideri. La giornata verrà poi presentata dalla direttrice sanitaria Ausl, Simona Dei e dalla presidente Koinè, Grazia Faltoni.

Quindi gli interventi che apriranno i lavori del convegno: Giuseppe Cardamone (direttore Dipartimento salute mentale Ausl); Sauro Testi (referente Patto territoriale salute mentale); Francesco D’Angella (direttore Animazione Sociale); Cesare Bondioli (presidente della Fondazione Basaglia).

La prima sessione di lavoro sarà dedicata alla prevenzione e alle comunità abilitanti verso la salute mentale. Tre gli interventi: Raffaele Barone (direttore Dsm Usl di Caltagirone), Paolo Peruzzi, (direttore Koinè), Angelo Malinconico (psichiatra).

La seconda sessione avrà per tema i ruoli dei servizi pubblici e della cooperazione sociale con gli interventi di Giuseppe Salluce (segretario dell’Associazione residenze per la salute mentale); Lorella Scirghi (responsabile UFAISS Valdarno Ausl); Lorenzo Roti (direttore diritti di cittadinanza Regione Toscana). Questa sessione sarà coordinata da Edvige Facchi (UFSMA Grosseto Ausl).

I lavori della mattina saranno conclusi dagli interventi di Marcelino Lopez Alvarez (direttore della Fondazione andalusa per l’integrazione sociale) e di Giuseppe Cardamone (direttore Dsm Ausl Toscana sud est).

Dopo la pausa pranzo, il convegno riprenderà alle 14.45 affrontando il tema del protagonismo degli utenti. Lo farà con gli interventi di Giampiero Cesari (Dsm Ausl); Mariagrazia Bertelloni (Associazione G.Amap di Grosseto) e Rina Graziano (presidente Associazione salute mentale di comunità).

Una sezione del dibattito sarà dedicata al lavoro, con Marie Clapot (responsabile del dipartimento accessibilità del “Metropolitam Museum” di New York), Gabriele Mecheri (presidente Cooperativa sociale di tipo B, Betadue), Fedele Maurano (Dsm Ausl Napoli), Gigi Bertoli (responsabile Legacoopsociali Friuli).

Il futuro del sistema di salute mentale sarà delineato da Marco D’Alema (presidente dell’Associazione italiana residenze per la salute mentale), Eleonora Vanni (presidente nazionale Legacoopsociali) ed Elena Gatteschi (vice presidente Koinè).
Le conclusioni saranno affidate dall’assessore regionale alla Salute, Stefania Saccardi.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>