Rete IRCCS Neuroscienze e Neuroriabilitazione, primo annual meeting con il viceministro Sileri

On. Pierpaolo Sileri

Milano, 6 luglio 2020 – Sarà il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ad aprire i lavori del primo annual meeting della Rete IRCCS delle Neuroscienze e della Neuroriabilitazione, in programma dall’8 al 9 luglio prossimi in modalità virtual congress.

Alla sua opening session, in agenda mercoledì 8 alle ore 9.00, seguiranno gli interventi di Giovanni Leonardi, Direttore Innovazione e Ricerca del Ministero della Salute e del Presidente della Rete, Fabrizio Tagliavini, che parlerà anche di Global Covid19 Neuro Research Coalition.

Alle 9.30 focus sulle quattro piattaforme tecnologiche della RIN (Neuroimaging, Genomica, Neuroimmunologia e Teleneuroriabilitazione) di cui verranno dettagliati stato dell’arte e prospettive future. Sono previsti al proposito gli interventi di Maria Grazia Bruzzone (Milano), Emiliano Giardina (Roma), Diego Franciotta (Pavia) & Roberto Furlan (Milano) e Placido Bramanti (Messina).

Dalle 11 si parlerà di Istituti Virtuali Nazionali (Demenze – Parkinson e Disordini del movimento – Sclerosi multipla e malattie neuroimmunologiche) con gli interventi di Tagliavini e Gianvito Martino, rispettivamente Direttori Scientifici di IRCCS Fondazione Besta Milano e di Pietro Cortelli, già DS dell’IRCCS Scienze Neurologiche Bologna.

Alle 11.45 l’attesa lecture da Bonn di Pierluigi Nicotera dal titolo “Reti internazionali per favorire la medicina traslazionale nelle malattie neurodegenerative: l’esperienza tedesca”.
Nel pomeriggio e il 9, full immersion dedicata alle sessioni orali della quarantina di lavori selezionati tra gli oltre 400 presentati. Si sono complessivamente iscritti al meeting 600 partecipanti.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *