I giovani e la donazione d’organi, evento di sensibilizzazione al Policlinico Federico II di Napoli

ragazzi-giovani-gruppo

Napoli, 23 maggio 2019 – Presso il Policlinico Federico II, si è svolta la presentazione dell’evento “Partenope Dona: Due e la metamorfosi delle sirene”, occasione per parlare di donazione e trapianti, evento organizzato dallo Sportello Amico Trapianti.

“È la giornata di un percorso, iniziato ormai da alcuni anni, che l’anno scorso ha visto nel percorso effettuato presso il Museo di Capodimonte, con una serie di rappresentazioni di quadri, il concetto e l’arte di donarsi. È un meccanismo che dimostra una presenza costante, non è un effetto spot del giorno in cui c’è una giornata mondiale donazioni, ma invece è un impegno quotidiano che poi viene a sostanziarsi anche in alcuni momenti come questo. Tutti i giovani dai 18 anni in poi possono tranquillamente iscriversi all’Associazione Italiana Donatori Organi AIDO, è gratuito ed è un atto di civiltà che non costa niente, che ci fa entrare in una grande famiglia, quella della solidarietà”, ha dichiarato il Direttore Sanitario Gaetano D’Onofrio.

Presenti all’evento Michele Franco con la volontaria dell’Associazione AIDO Laura Gentile. Le giornate sulla donazione si sono svolte in due sessioni, la prima di informazione, cioè il donatore deve essere informato sulle modalità che riguardano la donazione e in particolare sulle due modalità, perché le cellule staminali ematopoietiche possono essere prelevate sia C.P. e sia tramite prelievo da midollo, e quindi il donatore dovrà essere sempre informato e potrà liberamente scegliere.

Successivamente, una volta che il donatore è stato informato e ha accettato di iscriversi al registro donatori, si passa alla fase in cui verrà prelevato un campione di saliva attraverso un tamponcino che servirà poi per la Tipizzazione del DNA. Proprio questa consentirà poi di verificare un eventuale compatibilità con il paziente che ha necessità del trapianto di midollo.

In occasione della settimana dedicata alla sensibilizzazione per la donazione degli organi di Partenope Dona, giunta alla terza edizione, lo Sportello Amico Trapianti dell’AOU Federico II promuove e organizza l’evento, gratuito e aperto a tutti, “Partenope Dona: Due e la metamorfosi delle sirene”. Previste due tavole rotonde: la prima dedicata all’approfondimento del progetto aziendale sui trapianti e al lavoro di rete che coinvolge attivamente i docenti e i professionisti dell’AOU Federico II, ciascuno per la propria area di competenza; la seconda, dedicata all’umanizzazione delle cure e riguarderà i progetti trasversali sviluppati negli ultimi mesi durante il percorso di Alternanza Scuola Lavoro con il Liceo E.P. Fonseca di Napoli.

Saranno, inoltre, presenti alcune tra le più rappresentative Associazioni del territorio: ADMO Associazione Donatori Midollo Osseo – Campania, AIDO Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuto e Cellule – Napoli, Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto Onlus e l’Associazione Italiana Donne Medico.

Modera l’evento: Nelson Mauro Maldonato, responsabile della Psicologia Clinica dell’Azienda.Previsto l’intervento del Direttore del MANN (Museo Archeologico Nazionale di Napoli), Paolo Giulierini, che approfondirà il concetto di metamorfosi partendo dalle mostre su Ovidio sino al processo di trasformazione del Museo.

La funzione del cambiamento e della trasmutazione sono centrali, infatti, nel percorso progettuale dell’Azienda federiciana, che attraverso attività di sensibilizzazione e avvicinamento a un modello culturale che faccia propria l’idea della metamorfosi e del dono, possa condurre progressivamente a scelte più consapevoli e informate e, quindi, pienamente libere.

Un percorso particolarmente dedicato ai più giovani affinché si avvicinino al tema della donazione con occhi nuovi e con un approccio sereno.

Valentina Busiello

Valentina Busiello

Psicologa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>