Giornata mondiale per la lotta contro il fumo. Udine partecipa a studio multicentrico nazionale sulle sigarette elettroniche

logo-aou-santa-maria-della-misericordia-udine

Servizio Sanitario Nazionale
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine

Martedì 31 maggio si celebrerà la Giornata Mondiale senza Tabacco

sigaretta-elettronicaUdine, 30 maggio 2016 – Ogni anno il fumo uccide circa 700.000 persone in Europa, questo dato rende il consumo di tabacco il principale rischio evitabile per la salute. Inoltre, milioni di cittadini dell’UE soffrono di malattie correlate al fumo, tra cui cancro, malattie cardiovascolari e malattie respiratorie. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa il 50% dei fumatori muore in media 14 anni prima e chi fuma è affetto per più anni da condizioni precarie di salute.

Nel nostro paese in questi anni il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità e le Regioni hanno intrapreso numerose iniziative in linea con gli obiettivi indicati dall’OMS come le campagne di comunicazione, le attività di prevenzione e la diffusione di programmi per la cessazione dal fumo di tabacco. In tale ottica si rende necessaria un’azione di sorveglianza utile all’individuazione delle migliori strategie atte a contrastare il fenomeno del tabagismo.

“Siamo stati scelti – dice il prof. Massimo Baraldo, Ambulatorio Tabagismo dell’Istituto di Farmacologia Clinica dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine – dal Dipartimento di Epidemiologia dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche ‘Mario Negri’ di Milano in collaborazione con l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri per partecipare ad uno studio di popolazione sulla sigaretta elettronica. Lo studio, condotto anche in altri Centri antifumo italiani, ha come scopo principale quello di migliorare le conoscenze sull’abitudine al fumo di sigaretta tradizionale e la sua relazione col consumo di sigaretta elettronica”.

Ai volontari verrà somministrata una intervista di 5 minuti che andrà a rilevare dati personali e stili di vita dei fumatori di sigarette elettroniche. Tale gruppo verrà menzionato nelle pubblicazioni scientifiche insieme alla lista dei co-autori in modo da dare un giusto riconoscimento per il lavoro svolto. Tutti coloro che fumano una Sigaretta Elettronica potranno pertanto rivolgersi all’Ambulatorio Tabagismo dell’Azienda dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine telefonando allo 0432-559833 per informazioni e prendere accordi.

Corso per smettere di fumare
Sono aperte le iscrizioni per partecipare ad un nuovo corso per “smettere di fumare” che è organizzato dal Centro di Prevenzione e Trattamento del Tabagismo del Dipartimento per le Dipendenze dell’Azienda Sanitaria n. 4. Si tratta dell’ultimo corso in programma prima della pausa estiva e avrà inizio il 13 giugno nella sede di Via Pozzuolo 330 alle ore 19.00 e fino alle 21.00.

Il percorso prevede dieci incontri serali distribuiti su quattro settimane: la prima settimana tutte le sere dal lunedì al venerdì, la seconda settimana tre incontri serali, la terza e l’ultima settimana un solo incontro. L’attività si svolge in gruppo, condotto da operatori esperti del tema, con l’obiettivo di insegnare tecniche e stratagemmi per smettere di fumare e soprattutto per mantenere l’astinenza nel tempo. L’intervento non si limita unicamente alla dismissione dell’uso di tabacco, ma prende in considerazione le varie abitudini e ritualità comportamentali che ruotano attorno allo stile di vita del fumatore.

È un’opportunità per esaminare anche altri comportamenti a rischio per la salute, in funzione dell’adozione consapevole di stili di vita corretti. Offre inoltre la possibilità di conoscere e gestire gli effetti che possono insorgere con lo smettere grazie all’aiuto di operatori d’esperienza in materia e il supporto del Centro per il tabagismo. Per iscrizioni e informazioni è possibile chiamare il numero 0432-806650 oppure 806635 dalle ore 9.00 alle 17.00.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>