Fratture articolari, nuove frontiere chirurgiche. Il gotha nazionale dell’ortopedia all’AO Moscati

logo-san-giuseppe-moscati-avellino

gomito-dolore-articolazione

Avellino, 3 aprile 2019 – Il gotha dell’ortopedia campana e nazionale si ritrova ad Avellino per discutere delle nuove frontiere chirurgiche e tecnologiche in artroscopia.

Prenderà il via domani pomeriggio, giovedì 4 aprile, alle ore 14, la due giorni dell’Expert forum su “Le fratture articolari e periarticolari della gamba – Concetti e comportamenti”, organizzato dal Direttore dell’Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”, Antonio Medici.

Il primo incontro si svolgerà all’interno di un camion di notevoli dimensioni e dotato di attrezzature d’avanguardia, sistemato nell’area parcheggio della Città Ospedaliera, situata alle spalle dell’ingresso principale. All’interno del long vehicle si svolgeranno a ciclo continuo, fino alle ore 18, esercitazioni pratiche relative a strumentari e tecniche chirurgiche traumatologiche e si discuterà di casi clinici complessi.

Il meeting proseguirà il giorno successivo, venerdì 5 aprile, con un convegno in aula magna (primo piano, settore B). Ad aprire i lavori, che inizieranno alle ore 9, saranno il Direttore generale dell’Azienda “Moscati”, Angelo Percopo, il Direttore Sanitario, Maria Concetta Conte, e l’organizzatore, nonché direttore scientifico dell’evento, Antonio Medici.

Esperti ortopedici interverranno poi per esaminare e discutere la letteratura e l’esperienza clinica secondo diverse prospettive, esplorando le possibili alternative di trattamento delle varie tipologie di fratture articolari e condividendo le scelte adottate in determinati casi e i dispositivi utilizzati durante gli interventi chirurgici.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *