Ernia addio. Nuovi orizzonti con la chirurgia mininvasiva e l’ozonoterapia

logo-Humanitas

Prende il via il nuovo Centro di Chirurgia Miniinvasiva della Colonna che, grazie alla presenza di un’équipe dedicata e altamente specializzata, si pone all’avanguardia nella cura delle patologie che interessano la colonna vertebrale

Carlo Todaro

Dott. Carlo A. Todaro – Specialista in Neurochirurgia e Vicepresidente della Federazione Mondiale di chirurgia spinale mininvasiva

Castellanza, 8 maggio 2015 – Ernia del disco cervicale, lombare e dorsale. Queste sono alcune patologie trattate in Humanitas Mater Domini dal nuovo Centro di Chirurgia Miniinvasiva della Colonna, avvalendosi delle più innovative metodiche chirurgiche. Colpisce praticamente tutti almeno una volta nella vita: si tratta del mal di schiena. A volte se ne soffre in forma sporadica, altre volte invece il dolore si presenta in modo ricorrente e più o meno acuto.Il dolore muscolo-scheletrico è, dunque, un male comune ed influisce sulla qualità della vita, tanto da essere considerato la principale causa di visita medica dopo la malattia cardiovascolare. Questo problema è spesso legato alla patologia degenerativa del disco e, quando il dolore persiste in modo importante e sono presenti anche deficit neurologici, si presenta la necessità di ricorrere all’intervento chirurgico.

Una tecnica innovativa e alternativa agli interventi tradizionali, è la chirurgia endoscopica della colonna (full endoscopy spine surgery) o chirurgia microchirurgica mini-invasiva. Tecnica ancora ad appannaggio di poche strutture ospedaliere, a partire dal mese di maggio sarà eseguita anche in Humanitas Mater Domini.

Prende, infatti, il via il nuovo Centro di Chirurgia Miniinvasiva della Colonna, il cui responsabile è il dott. Carlo A. Todaro, specialista in neurochirurgia e Vicepresidente della Federazione Mondiale di chirurgia spinale mininvasiva (World Federation of Minimaly Invasive Spine Surgery).

Grazie alla presenza di un’équipe dedicata e altamente specializzata, il Centro si pone così all’avanguardia per la cura delle patologie che interessano la colonna vertebrale, il midollo e i nervi spinali.

“La chirurgia spinale mini-invasiva è una nuova tecnica chirurgica con la quale si possono trattare tutte le patologie della colonna vertebrale, sia quelle del tratto cervicale, che dorsale e lombosacrale. Per il paziente, i vantaggi sono molto importanti: ferite e cicatrici poco visibili, ridotti tempi di intervento e degenza, tempi di recupero lavorativo, dell’attività fisica e sportiva di una o due settimane”, spiega il dott. Todaro.

Prima di ricorrere all’intervento, si è soliti affrontare la patologia con terapie farmacologiche e riabilitative. Proprio in quest’ambito ricade anche un’altra importante novità del Centro: l’ozonoterapia, che ne risolve in modo biologico e biomeccanico tutti gli aspetti.

Il trattamento consiste nell’iniezione di una miscela d’Ossigeno-Ozono medicale (in concentrazione e quantità determinata) nel disco intervertebrale, realizzando la cosiddetta “discolisi”. A tale puntura possono seguire alcune sedute di ozonoterapia, con iniezione nei fasci muscolari paravertebrali, che si eseguono in ambulatorio.

Poiché il contorno discale è ricco di doppi legami di Zolfo, l’Ozono agisce disgregando tali legami e riducendo il volume del disco. Grazie all’ozono avviene, inoltre, una seconda azione rigenerante che si definisce “rivascolarizzazione peridiscale”, ossia si riporta a nuova vita il disco che risulta così ossigenato e nutrito direttamente per via ematica.

Molti sono dunque i vantaggi per il paziente:

  • innocuità assoluta (si usa Ossigeno e quindi non si possono verificare allergie);
  • mancanza di controindicazioni;
  • nessuna limitazione nelle indicazioni terapeutiche;
  • altissima percentuale di guarigione (oltre il 90%);
  • nessuna necessità di presidi ortopedici;
  • nessuna necessità di riposo (il movimento agevola la guarigione);
  • recidive molto basse.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

12 Risposte

  1. Anna Maria scrive:

    Ho delle protrusioni C4, C5, C6, mi sono sottoposta alle iniezioni di ozono ossigeno terapia ed esattamente 12. Sono disperata perché il dolore c’e ancora e non so più cosa fare. AIUTO, vi chiedo AIUTO. Non riesco più a vivere…

  2. Franco scrive:

    Ho delle ernie sulla c6 c7 ho fatto 5 sedute di ozono terapia ma niente, sto malissimo, aiutatemi, un consiglio

  3. Anna Maria scrive:

    Salve dottore, ho 38 anni e in seguito ad uno sforzo purtroppo mi è venuta un’ernia lombare, che in alcuni giorni mi provocato dolore e la notte non mi fa riposare. Dalla risonanza effettuata qualche anno fa risultava essere molto lieve, ma credo che col passare del tempo sia peggiorata dato il fastidio enunciato prima. Inoltre ho l’artrosi cervicale che mi porta ad avere fortissimi giramenti di testa tanto da perdere l’equilibrio e ogni tanto avverto che il collo esegue deglio scatti laterali senza la mia volontà. Sin da piccola soffro di scogliosi e ho una gamba che si accorcia all’altezza dell’anca. Sono continuamente contratta e accuso parecchio dolore anche solo con la leggera pressione dei polpastrelli. Periodicamente mi si infiamma anche il nervo sciatico. Durante il sonno mi si addormentano completamente mani e braccia, nonostante l’esame del tunnelcarpale sia risultato negativo. E’ come se avessi gli arti che non mi appartengono. Secondo quanto le ho scritto, ritiene che l’ozono terapia al livello cervicale e lombare possa aiutarmi? Risiedo nella provincia del sud barese (Puglia) e vorrei che mi consigliasse un centro serio e affidabile, se possibile. La ringrazio per il tempo dedicatomi. Cordiali Saluti.

  4. Flaminia scrive:

    Dalla risonanza risulta che ho 3 ernie L1, L3,L4 e una discopatia acuta L6-S1 / L,5-S1 Devo subire un intervento? Sono una ragazza di 34 anni. Grazie.

  5. Ciro scrive:

    Buongiorno, ho letto l’articolo. Io soffro da 3 anni e ho 2 protusioni cervicali c5 c6. Mi sapreste dire se con l’ozonoterapia e l’ossigeno posso ancora salvarmi e quindi non arrivare all’intervento? Grazie

  6. Teresina scrive:

    Il 21 giugno 2016 sono stata operata di ernia cervicale C5 C6 dal dott Todaro e adesso sto benissimo . Tutti i dolori :mal di testa ,collo ,braccia sono spariti . Grazie al dottor Todaro.

  7. Elide scrive:

    Gentilissimo dottore, mio marito ha un restringimento della colonna a livello cervicale con sofferenza midollare.Ti. Da un mese accusa scarsa sensibilità alle estremità delle dita della mano sinistra. Siamo di Palermo e il consiglio che abbiamo ricevuto è l’intervento per allargare il canale. Un intervento che viene eseguito dalla parte anteriore. Lei cosa ne pensa? Grazie

  8. Sara scrive:

    Dimenticavo che mi è stato diagnosticato che la causa scatenante è stata zumba. Ma è possibile condurre una vita normale oppure si soffrirà a vita? Vorrei tanto avere anche una gravidanza ma la paura è tanta perché comunque è sempre la schiena L4L5S1

  9. Sara scrive:

    Buonasera dottore, sono una donna di 31 anni e da dicembre combatto contro il mal di schiena, sono rimasta bloccata 5gg senza potermi né alzare né muovere. Ho fatto miorilassanti cortisonici e antidolorifici senza alcun miglioramento, dopo di che ho fatto i rx ed è uscito fuori un’ernia del disco e due anelli schiacciati L4L5. HO INIZIATO L’OZONO TERAPIA, SONO ARRIVATA ALL’OTTAVA MA IERI DI NUOVO UN GRANDE DOLORE ACCOMPAGNATO DA BLOCCO. Chiamando la dottoressa, mi ha detto che erano stati i tacchi a provocare il BLOCCO. Dato che dovevo andare ad una ricorrenza ho tolto subito i tacchi e ho iniziato a urlare per il dolore… Comunque oggi l’ho richiamata e mi ha detto che devo fare muscoril + voltaren per 5gg ma io ho tanta paura dato che sono alla fine con L’OZONO TERAPIA e nn so più che fare … Sarei molto felice se potesse rispondermi. Cordiali saluti, Sara. .

  10. Roberto scrive:

    Salve! Ho una degenerazione discale L 4 L 5 S1… E’ da circa 12 anni che ne soffro e convivo con il dolore. Da circa 3 mesi percepisco fortissimi dolori all’arto sinistro, soprattutto durante la notte. Mi piacerebbe capire se questo tipo di trattamento che adottate tramite inezione di azoto potrebbe aiutarmi. Aspetto un vostro riscontro. Grazie

    • Sara scrive:

      Sinceramente a me ha aiutato tanto, io anche ho L4L5S1 e ti capisco perfettamente nel dolore che si prova, io ne ho fatti già 8 ma ieri mi sono ribloccata e sto di nuovo al letto. Non so neanche io più che strada prendere, il dolore è forte e invalidante

  11. angela scrive:

    Salve dottore, vorrei capire bene: si può guarire da ernia cervicale e lombare senza fare l’intervento? Io è da tanti anni che ne soffro, ma adesso sono arrivata al punto che ho dolori alle gambe e faccio fatica a stare in piedi, questa settimana ho fatto tre punture di bentelan ma il dolore non va via. Vorrei un suo consiglio sul da farsi. Grazie anticipatamente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>