Disturbi del sistema neurovegetativo. Specialisti riuniti Palermo

logo Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello

dott-marcello-romano

Dott. Marcello Romano

Palermo, 7 febbraio 2017 – Sono conosciuti come disturbi a carico del sistema neurovegetativo, che controlla le funzioni viscerali del nostro corpo. Tali disturbi coinvolgono diversi organi e apparati per cui l’approccio diagnostico e terapeutico deve essere multidisciplinare.

Ed è su questi fronti che si svilupperà il corso-incontro “Clinica e trattamento delle disfunzioni autonomiche: un approccio multidisciplinare” in programma giovedì e venerdì prossimi, 9 e 10 febbraio, a Palermo al Mondello Palace Hotel, organizzato dall’Associazione italiana per lo studio del Sistema Neurovegetativo con il coordinamento del dott. Marcello Romano, neurofisiologo dell’Unità operativa di Neurologia, diretta da Salvatore Cottone, dell’Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello.

Numerosi gli specialisti, provenienti da altre regioni italiane, che affronteranno i vari aspetti delle disautonomie, dalle epilessie, ai disturbi dell’apparato urinario, alle emergenze neurologiche, ai disordini del movimento, alle problematiche vegetative in anestesia e rianimazione.

Durante il corso, venerdì mattina, verrà consegnata la Valsalva Lecture, riconoscimento che viene assegnato annualmente a personalità che si siano distinte a livello internazionale per la ricerca di base e clinica nel campo del sistema nervoso vegetativo. La Valsalva Lecture andrà al prof. Gert Van Dijk, olandese, per le sue ricerche nel campo delle neuropatie.

Fra i vari momenti della due giorni, che si aprirà giovedì alle 14, il workshop in programma venerdì mattina su Disautonomie: educazione sanitaria e prevenzione con gli interventi di Maurizio Abrignani (Trapani) sugli screening cardiovascolari nelle malattie neurologiche e di Giuseppe Micieli (Pavia) su esercizio fisico,vegetativo e prevenzione cardio e cerebro-vascolare.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *