Approvata in Lombardia la Legge regionale sulla disostruzione pediatrica e neonatale

Logo Salvagente JPEG

È stata approvata in Lombardia la Legge regionale sulla disostruzione: un passo importantissimo che getta le basi per un auspicato cambiamento italiano.
L’associazione Salvagente Monza esprime gratificazione per quanto ottenuto e chiama a raccolta tutte le scuole d’Italia, soprattutto alberghiere, a partecipare al grande evento di Rimini

Mirko Damasco 1

Mirko Damasco – Presidente dell’Associazione Salvagente Monza

Monza, 26 marzo 2015 – L’Associazione Salvagente, nata a Monza dall’idea di tre soci fondatori: Mirko Damasco, Filippo Castelli e Silvia Riboldi, ha ottenuto una grande vittoria. Un trionfo non solo per questa realtà impegnata quotidianamente nella divulgazione della cultura del pronto soccorso, ma per tutta l’Italia. È stata infatti approvata in Lombardia la Legge regionale sulla disostruzione; un cambiamento culturale non indifferente, per il quale i membri di Salvagente stavano lottando attivamente da diverso tempo. Oggi il soffocamento in età pediatrica e neonatale è una delle cause di morte più diffuse, con 50.000 bambini morti in Europa ogni anno e quasi un bambino a settimana in Italia. Con questa svolta che parte dal territorio lombardo, l’augurio è che il rimando positivo possa propagarsi lungo tutto lo stivale in un’ottica di miglioramento generale e diffuso che faccia del nostro Paese un modello culturale e sociale.

“L’emozione questa volta è davvero difficile da contenere. Mesi di duro lavoro, audizioni, contrasti ma alla fine è ufficiale: la Lombardia approva la legge che rende obbligatoria la conoscenza delle manovre di disostruzione pediatrica e neonatale per tutti i centri, scuole, asili che hanno a che fare con bambini e non solo, le manovre saranno obbligatorie anche in tutti i corsi pre-parto”, ha dichiarato Mirko Damasco, Presidente dell’Associazione Salvagente.

Con questa legge si andrà ad ovviare ad un problema gravissimo: oggi la maggioranza degli insegnanti ed educatori italiani non conosce queste semplici manovre e tra i cittadini non c’è ancora la capacità diffusa nell’intervenire in caso di soccorso. Il testo nello specifico, inserisce l’obbligatorietà dei corsi nei requisiti per l’accreditamento delle strutture sociali e sociosanitarie e prevede che Regione Lombardia istituisca una premialità sia nei bandi che nell’erogazione di contributi alle scuole dell’infanzia e, più in generale, prevede che tutte le realtà che si occupano di minori debbano predisporre percorsi formativi sulle tecniche salvavita al personale docente, non docente e alle famiglie. Con il determinante contributo di Salvagente, è stato ottenuto un successo storico e clamoroso che permetterà di salvare tante vite e creare una rete di persone in grado di fare una grande e notevole differenza.

L’azione che Salvagente porta avanti sull’intero territorio nazionale non si ferma qui: a Rimini, presso il 105 Stadium, il prossimo 11 e 12 aprile è stato organizzato dall’Associazione il più grande evento di mass training sulle manovre di disostruzione pediatrica e neonatale mai realizzato ad oggi. Un’iniziativa patrocinata dal Comune di Rimini e sostenuta da Salvamento Academy, Remmy e Genitori Coach che si svolgerà in forma completamente gratuita nella giornata di sabato 11 aprile: un pomeriggio di educazione, formazione e spettacolo nel quale sono invitati a partecipare tutti. La serata del medesimo giorno e la mattinata successiva saranno invece caratterizzate, rispettivamente, da una cena di beneficienza e dallo svolgimento di corsi PBLS, di rianimazione cardiopolmonare con uso del defibrillatore e da un incontro, dedicato a tutti i genitori, con un pediatra esperto. Il ricavato della cena e dei corsi sarà devoluto alle attività che l’Associazione Salvagente porta avanti sul territorio nazionale e internazionale e, in parte, al progetto HOME di Trenta Ore per la Vita.

L’evento è nato con l’obiettivo primario di svolgere un’azione di sensibilizzazione a 360° mirata a segnare un cambiamento culturale radicale che porti il Paese ad un miglioramento. Troppi bambini e adolescenti muoiono per casi di ostruzione delle vie aeree causata non solo da giochi o oggetti pericolosi ma anche dal cibo, fonte primaria per la sopravvivenza dell’individuo. Esso, secondo le statistiche, si attesta essere la causa nel 50-70% dei casi di ostruzione, la soluzione non è negare determinati prodotti ai bambini, ma somministrarli nelle modalità più corrette.

Per questo motivo Salvagente ha avviato una forte campagna di sensibilizzazione anche tra gli Chef (è di settimana scorsa la notizia che Gualtiero Marchesi ha aperto le porte della sua Accademia per formare il personale di sala de Il Marchesino e alcuni chef stellati) e tra le scuole alberghiere che, a Rimini, potranno beneficiare di un enorme contributo didattico e formativo, grazie alla presenza di esperti relatori sul palco e di un momento di confronto tra chef e pediatra; interventi che aiuteranno i futuri chef e maître di sala a fare la differenza non solo a livello personale, ma anche professionale. Per partecipare all’evento massivo di sabato 11 aprile, che si terrà presso il 105 Stadium di Rimini, è necessario iscriversi attraverso il sito www.salvagentemonza.org, lo stesso sito è un valido punto di riferimento per avere maggiori informazioni sulla cena e i corsi certificativi.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

1 Risposta

  1. Avatar ziogianpi ha detto:

    OTTIMO……. grazie credo sia anche importante insegnare nelle scuole le manovre di rianimazione cardio polmonare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *