Malattia di Parkinson, confronto scientifico sulle principali tematiche della patologia all’Aou di Ferrara

Ferrara, 28 novembre 2019 – Sabato 30 novembre 2019 si celebra la Giornata nazionale del Parkinson e più di 90 centri italiani specializzati nella diagnosi e nel trattamento saranno aperti gratuitamente per confrontarsi sulle principali tematiche della malattia.

Anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara partecipa all’iniziativa organizzando un seminario dal titolo “Attività fisica, sport e riabilitazione: strategie di movimento diverse per fasi diverse di malattia” che si svolgerà sabato 30 novembre 2019, dalle ore 9.30 alle 12.30, presso l’Aula 2 del Polo didattico dell’ospedale di Cona.

L’incontro, arrivato alla sua 11esima edizione, sarà incentrato sui fattori non farmacologici che possono incidere positivamente sull’evoluzione della patologia e, nello specifico, sul corretto stile di vita, sulla prevenzione di patologie concomitanti e soprattutto sull’esercizio fisico che ad ogni età ed in ogni fase della malattia è dimostrato essere benefico sia a livello fisico che psicologico.

Al seminario interverranno la dott.ssa Mariachiara Sensi, Responsabile del Centro Disordini del Movimento dell’Unità Operativa di Neurologia e il dott. Sergio Buja, Fisiatra della Medicina Riabilitativa del Sant’Anna.

La malattia di Parkinson, patologia degenerativa del Sistema Nervoso Centrale, colpisce circa 250.000 persone in Italia e rappresenta la seconda patologia degenerativa dopo la demenza di Alzheimer. Considerata la portata dei casi presenti nel nostro paese, di cui molti in età lavorativa, la Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus, coadiuvata dall’Accademia LIMPE-DISMOV (la principale associazione scientifica di riferimento in Italia per la malattia di Parkinson) ha pertanto pensato di indire una giornata di sensibilizzazione e di sostegno dedicata proprio alle persone affette da questa patologia e alle loro famiglie.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *