Intelligenza Artificiale, il futuro è oggi. Mostra ‘Uomo Virtuale’ a TorinoScienza

intelligenza-artificiale-e-reti-neurali-torino-scienza

Torino, 2 settembre 2019 – Se ne parla quasi ogni giorno, e ormai la domanda non è più se sarà parte del nostro futuro, ma quando e quanto inciderà. Parliamo dell’Intelligenza Artificiale, ma che cos’è realmente? Che cosa significano ‘Machine learning’ e ‘Deep learning’? Che impatto avranno sulle nostre abitudini quotidiane? E sulla società nel suo complesso?

Risponde a queste domande, parlando di applicazioni già esistenti, Sorin Cheran, responsabile del settore Artificial Intelligence dei Laboratori Hewlett Packard, ospite della mostra “Uomo Virtuale. Corpo, Mente, Cyborg” (aperta fino al 13 ottobre al Mastio della Cittadella di Torino).

La mostra, a cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), è realizzata in collaborazione con IIT – Istituto Italiano di Tecnologia e con il sostegno della Compagnia di San Paolo, il contributo della Regione Piemonte e della Fondazione Palazzo Blu e con il supporto dell’Associazione CentroScienza Onlus. La mostra ha il patrocinio della Città di Torino, della Città metropolitana di Torino e dell’AIFM – Associazione Italiana di Fisica Medica.

Dai ’terminatori’ ai ’neuroni virtuali’, passando per qualche formula matematica, un viaggio divertente e affascinante alla scoperta di come intelligenza umana e artificiale potranno convivere e collaborare in un futuro vicinissimo.

L’appuntamento con la conferenza “Intelligenza Artificiale: il futuro è oggi” è invece giovedì 5 settembre alle 18.00, al Mastio della Cittadella di Torino (via Cernaia angolo c.so Galileo Ferraris). Ingresso gratuito alla mostra dalle 17.30.

www.torinoscienza.it

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>