Vivere da Sportivi. Dai bambini degli Ospedali Pediatrici italiani una lezione sul Fair-Play

16 settembre 2015 – Sono sei gli Ospedali Pediatrici italiani che hanno raccolto l’invito della campagna “Vivere da Sportivi” a realizzare un proprio video sull’etica dello sport e il fair play. “Fantastici contributi – dichiara Fabrizio Feliciani, vice presidente del “Comitato Vivere da Sportivi” – la cui esistenza giustifica tutto il nostro impegno. Dopo la prima annualità, alla quale partecipò l’Ospedale Bambino Gesù di Roma, altri ospedali pediatrici italiani hanno aderito al nostro invito. La sensibilità dei genitori e dei responsabili delle strutture sanitarie a recepire l’importanza del messaggio della nostra campagna merita un grande sincero plauso”.

Attualmente sono visibili sul sito www.viveredasportivi.it i video realizzati dall’Ospedale Pediatrico Giannina Gaslini di Genova (titolo: Fair Play), dalla Fondazione Ospedale Salesi di Ancona (titolo: …No doping sì training al Salesi…), del Centro Trapianto di rene pediatrico della Pediatria di Padova (titolo: #vitaingioco) e dall’Ospedale Bambino Gesù di Roma (Fairplay!).

Fabrizio Feliciani, che ha diretto per decenni una grande agenzia pubblicitaria internazionale, sottolinea il valore dei video prodotti negli Ospedali pediatrici: “Ogni lavoro ha la sua identità. Fair play, che ci viene da Genova, esprime una freschezza e una purezza che danno una potente sferzata alla rassegnazione di noi adulti. No doping, sì trailer, che vede protagonista insieme ai bambini un personaggio dello sport quale Valentina Vezzali è un innocente inno alla lealtà. E #vita in gioco, proveniente da Padova, è un fantastico spot per la promozione della cultura dello sport, ma soprattutto per insegnare che la vita è un bellissimo gioco da vivere insieme”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>