Uso consapevole degli antibiotici: i pediatri di famiglia a sostegno di una prescrizione appropriata

logo-fimp-federazione-italiana-medici-pediatri

tonsille-adenoidi-bambini

Roma, 20 novembre 2018 – La settimana dal 12 al 18 novembre anche quest’anno è stata dedicata alla sensibilizzazione sull’uso corretto degli antibiotici. La FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) in rappresentanza della Pediatria di Famiglia è tra i partner che collaborano con le istituzioni nazionali e internazionali nel supportare iniziative rivolte a sostenere la prescrizione antibiotica ragionata e consapevole, unico strumento efficace per la riduzione delle resistenze.

Questo fenomeno è stato ampiamente segnalato da organismi scientifici come un pericolo per la vita stessa di molte persone nei prossimi anni, a causa dell’emergere di specie microbiche resistenti e alla contemporanea riduzione nello sviluppo di nuove molecole.

La resistenza antibiotica è attribuita all’eccessivo uso di questi farmaci soprattutto negli ospedali e nelle comunità ma è necessario uno sforzo collettivo e su più fronti per contrastare questo fenomeno. La FIMP, già da alcuni anni, contribuisce a questa azione di contrasto attraverso varie iniziative, sia formative sia con la pubblicazione di una revisione di quanto disponibile nella letteratura scientifica sull’uso giudizioso degli antibiotici nelle patologie infettive più frequenti in Pediatria.

Quest’anno si è aggiunta una nuova iniziativa rivolta a Genitori e piccoli pazienti. Attraverso un sito dedicato e una campagna informativa sui social media, saranno dei personaggi a fumetti – i simpatici Mio, Mia e Meo – a fornire informazioni utili alle Famiglie per conoscere le malattie più comuni, come prevenirle, e per utilizzare, solo quando necessari, i farmaci nel modo più corretto.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>