UPMC si espande all’estero e dopo Roma apre in Colombia, insieme a FCV, un centro oncologico ad alta specializzazione

logo-upmc

gruppo-medici-ospedaleRoma, 4 agosto 2016 – L’oncologia di UPMC, il Centro medico dell’Università di Pittsburgh, si espande all’estero mettendo a segno un accordo in Colombia con Fundación Cardiovascular de Colombia (FCV). UPMC dopo aver avviato già da alcuni anni a Roma, grazie alla partnership con l’Ospedale San Pietro Fatebenefratelli, un Centro di radioterapia ad alta specializzazione per le cure oncologiche, ha messo un piede anche nel Paese sudamericano offrendo la sua esperienza nel settore della radioterapia e dell’oncologia.

Il Centro oncologico, inaugurato nei giorni scorsi alla presenza dei Ministri della Salute e del Commercio, Industria e Turismo, ha 200 letto e si trova presso l’Hospital Internacional de Colombia (HIC) di Piedecuesta. Il nuovo centro fornirà trattamenti medici e oncologici all’avanguardia a pazienti costretti fino ad oggi a percorrere centinaia di chilometri per ricevere le stesse cure in altre regioni. Quest’anno si prevedono in Colombia circa 80.000 nuovi casi di cancro; un numero destinato a crescere nei prossimi dieci anni fino a 113.000 casi all’anno.

“L’apertura dell’Ospedale Internazionale di Colombia di cui UPMC ha la responsabilità di sviluppare e gestire, insieme al partner FCV, i programmi di oncologia è un altro importante risultato delle attività internazionali di UPMC avviate nel 1996 con la creazione di ISMETT in partenariato con il Governo della Regione Siciliana – spiega Bruno Gridelli, Executive Vice President di UMPC International – Da allora UPMC, oltre ad avere collaborato con il Governo Italiano e la Regione Siciliana a sviluppare la fondazione RIMED, ha avviato e gestisce centri in oncologia a Roma e in Irlanda. In Kazakhstan stiamo inoltre collaborando con il governo per la costruzione e gestione di un network per la cura del cancro. Lavoriamo anche in Cina, Singapore, Myanmar e India. Al centro della nostra missione è sempre la centralità delle cure ai pazienti ovunque essi vivano e l’uso efficiente delle risorse locali; l’esperienza accumulata nel corso degli anni fa sì che un numero sempre crescente d’istituzioni pubbliche e private internazionali si rivolga a noi per collaborazioni”.

UPMC infatti fornisce supporto per tutti gli aspetti clinici e organizzativi: dallo sviluppo di protocolli oncologici, alla formazione del personale medico, alla preparazione per l’accreditamento della Joint Commission International. “Questa collaborazione permetterà al nostro Centro oncologico di diventare il principale fornitore di servizi oncologici nella nostra regione”, ha commentato il dott. Victor Castillo, presidente di FCV.

“L’apertura del Centro oncologico porta in Sud America per la prima volta l’esperienza universalmente riconosciuta di UPMC nel settore dell’oncologia – ha detto Charles Bogosta, presidente di UPMC International e di UPMC CancerCenter – Ma ancora più importante è il fatto che questa importante collaborazione permetterà alla popolazione della regione di avere accesso vicino casa a cure di qualità e all’avanguardia per il trattamento dei tumori, consentendo di salvare vite umane”.

Finanziato e gestito da FCV, il Centro di oncologia offrirà trattamenti di chemioterapia e servizi di radioterapia altamente specializzati, e ha in progetto l’apertura di un’unità di trapianti di midollo osseo. Inoltre, il Centro avrà un programma di cure palliative, servizi di counseling e nutrizionali, oltre ad un programma di terapia del dolore.

Presso il Centro sarà inoltre disponibile il TrueBeam STx della Varian (macchinario presente anche a Pittsburgh e all’interno del Centro UPMC San Pietro FBF di Roma), il primo acceleratore lineare in Sud America capace di erogare alte dosi di radiazioni per il trattamento dei tumori, anche quelli difficilmente raggiungibili chirurgicamente (ad esempio, i tumori della testa e del collo). L’obiettivo è ridurre al minimo gli effetti collaterali disabilitanti per i pazienti e di aumentare al massimo il tasso di sopravvivenza.

Con i suoi oltre 40 centri oncologici dislocati in tutto il mondo, UPMC avrà il ruolo di co-gestore del Centro oncologico continuando a fornire supporto sul campo a FCV attraverso personale dedicato in Colombia e visiting staff proveniente da Pittsburgh.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>