Tumore al seno, nasce la Breast Unit all’ospedale Cervello

logo Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello

donna-medico-mammografia

Palermo, 16 ottobre 2017 – La diagnosi e cura del tumore al seno richiede oggi un lavoro interdisciplinare cui concorrono radiologi, chirurghi, psicologi, chemioterapisti e altre figure. Un lavoro di squadra con la donna al centro.

La regione Sicilia ha avviato con la recente “rete regionale” la definizione dei centri di riferimento, denominati “breast unit”, nell’ambito della regione. Tra questi è il centro dell’Ospedale Cervello, coordinato dalla dott.ssa Naida Faldetta.

Le donne vengono prese in carico nel percorso che, partendo dallo screening mammografico, prosegue con gli esami radiologici, il primo colloquio, l’accettazione, l’intervento del chirurgo (senologo e oncoplastico), l’intervento dell’oncologia medica con il secondo colloquio e la terapia, la radioterapia e il follow-up.

La descrizione di questo percorso sarà al centro del Bra Day (acronimo di Breast Reconstruction Awareness Day) mercoledì 18 ottobre all’Aula Magna “Vignola” dell’Ospedale Cervello a partire dalle 8.30. Organizzata dalla dottoressa Naida Faldetta, vedrà esperti del settore quali Andrea Gulotta, Antonino Moreci, Elena Safina, Alessandra Santoro, Francesco Verderame, che faranno il punto della situazione su tecniche e procedure più recenti e il saluto iniziale del Commissario dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello, Maurizio Aricò con il Direttore sanitario Pietro Greco.

In Italia, ogni anno si ammalano di tumore al seno circa 50 mila donne. Esclusi i tumori della pelle, si tratta della neoplasia più frequente nella popolazione femminile e che causa il maggior numero di decessi in tutte le fasce di età, ed è in assoluto la prima causa di morte per le donne tra i 35 e i 50 anni.

I numeri però dicono che chi viene curato nei centri di senologia specializzati, in cui sono presenti équipe multidisciplinari, ha più possibilità di guarire. Le donne trattate in questi centri, come quello del Cervello, hanno una percentuale di sopravvivenza più alta del 18% rispetto a chi si rivolge a strutture non specializzate, e hanno anche una migliore qualità di vita.

Ogni anno circa 2.500 nuovi casi in Sicilia, e di questi 200 sono trattati presso il Centro dell’Ospedale Cervello. E saranno alcune di loro, che racconteranno la loro esperienza.

“Con il Bra Day – sottolinea la dott.ssa Faldetta – vogliamo spiegare al meglio come funziona la ricostruzione mammaria, per offrire alle donne che si trovano in questa situazione l’opportunità di fare scelte consapevoli. In particolare ai giovani affidiamo, non solo simbolicamente, il compito di diffondere attraverso la scuola e in famiglia la cultura della cura del tumore al seno fino alla ricostruzione”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>